Curiosità, Ricerca e Irriverenza

Mostra e iniziative sulla lettura e letteratura per l’infanzia. Settima edizione.

Curiosità, Ricerca e Irriverenza è il titolo della settima edizione della manifestazione culturale dedicata alla lettura e letteratura per l’infanzia, che si svolgerà a Frascati dal 22 al 30 aprile 2013. L’inaugurazione è fissata per lunedì 22 aprile 2013 alle ore 16:00 presso l’Auditorium delle Scuderie Aldobrandini di Frascati con la presenza del regista Enzo D’Alò a cui sarà assegnato il premio alla carriera.

Scarica l’opuscolo dedicato al Premio alla Carriera al regista Enzo D’Alò: PremioAllaCarrieraEnzoDAlo.pdf

Scarica l’opuscolo con il programma dettagliato della manifestazione: CuriositaRicercaIrriverenzaFrascati2013.pdf

Un libro sotto l’albero

Cari genitori,

nel farvi gli auguri di buone feste, vi invito alla lettura e alla riflessione dei seguenti articoli pubblicati dal Corriere della Sera e da La Repubblica, sulle modalità di lettura dei nostri bambini a seguito dei rilevamenti statistici dell’Iea, (International Association for the evaluation of educational achievement), l’Associazione internazionale per la valutazione del rendimento scolastico.

Mi sembra utile sottolineare l’importanza della promozione del libro e della lettura da parte della scuola e delle famiglie verso le nuove generazioni. La nostra scuola è da anni impegnata su questi temi, vedi per esempio:

  • L’iniziativa che si svolge ogni anno sulla lettura e sulla letteratura per l’infanzia svolta in collaborazione con il prof. Moretti, docente di Didattica della lettura presso l’Università Roma Tre, che come sapete vede le insegnanti impegnate nella lettura dei libri presentati.
  • L’adozione alternativa ai libri di testo nelle classi terze e quinte: ossia le insegnanti invece di adottare i libri scolastici elaborano una bibliografia ragionata di libri di qualità allo scopo di motivare i bambini alla lettura.
  • La presenza di biblioteche in ogni classe con attività ludiche e di riflessione critica sui libri letti.

Poichè durante le feste natalizie si è più disponibili a fare regali, non facciamo mancare un buon libro sotto l’albero, che risponda ai gusti dei vostri bambini e non ai vostri di adulti!

Molti auguri
Marialuisa Bagatella

Ri-creazione!!!

Ci siamo!
Mercoledì 6 giugno 2012 dalle ore 15 nel parco di Villa Sciarra è di nuovo festa!

Le scuole dell’infanzia Villa Sciarra, Villa Muti e Vanvitelli e le primarie di Villa Sciarra e Vanvitelli insieme a tutte le insegnanti del 2° circolo didattico, invitano tutti i genitori, gli amici e i parenti a alla mostra-mercato Ri-creazione!!!

Un evento ricco di appuntamenti, di cui i genitori già avranno potuto conoscere il contenuto grazie all’opuscolo che è stato rilasciato ai bambini nel corso delle scorse settimane. Ma, per saperne di più e accontentare anche i più curiosi, abbiamo chiesto di parlarcene a Maria Luisa Bagatella, storica insegnante della primaria del plesso di Villa Sciarra, che da molti anni, insieme alle altre sue colleghe, concepisce e organizza a nome della scuola questo tipo di eventi e manifestazioni didattiche.

Maestra Bagatella, ci parli meglio di Ri-creazione, di cosa tratterà più specificatamente?

“Si tratta della festa di fine anno scolastico, che come lo scorso anno rappresenta un momento conclusivo nel quale esporre alcuni lavori svolti con i vostri figli e salutare tutti, dando appuntamento al prossimo anno scolastico.
Come scritto nel volantino distribuito a tutti i genitori, i nostri punti di forza sui quali riteniamo si debba concentrare la scuola è l’educazione alla cittadinanza attraverso la conoscenza che dovrebbe aiutare lo sviluppo della consapevolezza di sè, degli altri e del mondo nel quale si vive. A tale proposito la nostra scuola è impegnata in particolar modo nello sviluppo del piacere di leggere e dell’educazione scientifica, anche attraverso le molte collaborazioni messe in atto negli ultimi anni: Università Roma Tre; Cattedra di Didattica della lettura, Prof. Giovanni Moretti; Frascati Scienza, che con i suoi ricercatori ci aiuta ad arricchire le conoscenze scientifiche dei nostri alunni.
Tutte collaborazioni svolte gratuitamente nella nostra scuola.”

Il titolo Ri-creazione, mi fa pensare principalmente a due concetti, uno legato nello specifico alla scuola, allo svago e l’altro invece all’ambiente, al riciclaggio.

“Si, il titolo di quest’anno Ri- Creazione al Biblioparco associa proprio questi concetti e quelli della nostra offerta formativa di cui parlavo prima.Tutte le classi sono state coinvolte in un percorso scientifico di conoscenza relativa allo sviluppo ambientale (tema cardine su cui, da anni, siamo impegnati ad organizzare percorsi didattici) e in particolar modo sullo smaltimento dei rifiuti e sul riciclaggio, anche in funzione del nuovo servizio di smaltimento dei rifiuti messo in atto dal Comune di Frascati. Gli alunni hanno preparato con gli insegnanti degli oggetti realizzati con materiali di riciclo da esporre e destinare alla raccolta di fondi per i progetti di solidarietà a cui aderisce la scuola, in particolare Adotta un papà.

Inoltre ci sarà la presentazione del libro “L’orecchio verde di Gianni Rodari”, di Stefano Panzarasa. Sarà presente l’autore,che ci allieterà con la sua musica, insieme ai nostri alunni che si alterneranno sul palco per cantare brani del cd allegato al libro.

E noi genitori, possiamo darvi una mano?

Certo, siete i benvenuti! E chiunque voglia e possa, può venire mercoledì sin dalla mattina a darci un aiuto.
Per tutti gli altri…ci vediamo nel pomeriggio a partire dalle ore 15!”

Diversità, Speranza e Irriverenza

Mostra e iniziative sulla lettura e letteratura per l’infanzia. Sesta edizione.

Illustratori delle Collane Anicia Ragazzi

Cari genitori,
vi porto a conoscenza del programma della VI edizione della mostra e iniziative sulla lettura e la letteratura per l’infanzia che si terrà dal 5 al 12 marzo 2012 a Frascati.

Come sapete la nostra scuola è promotrice e protagonista di questo evento che con molte difficoltà siamo riusciti ad organizzare anche quest’anno.

E’ un’importante opportunità per i nostri alunni e i vostri figli di fare esperienze significative con autori ed illustratori per conoscere ed apprezzare meglio il mondo dei libri.

Anche quest’anno sarà allestita, presso la sala Nanomondo, la mostra Librincontro dedicata alle scienze sul tema della sostenibilità e la scienza. In concomitanza con gli incontri dedicati ai temi scientifici ci sarà: Il cielo in una scuola.

Durante il periodo di apertura della mostra si svolgeranno incontri e laboratori. Dal 6 al 10 marzo visite guidate al Planetario itinerante, a cura dell’Associazione Tuscolana di Astronomia che sarà montato nella palestra del Liceo classico M. T. Cicerone.

Spero possiate divulgare le iniziative e partecipare agli eventi. Sono a disposizione per qualunque altra informazione

Cari saluti,
Marialuisa Bagatella

Scarica l’opuscolo con il programma dettagliato della manifestazione: DiversitaSperanzaIrriverenzaFrascati2012.pdf

Libertà, Precarietà e Irriverenza: un primo bilancio

Siamo alla fine della quinta edizione della nostra iniziativa sulla lettura e letteratura per ragazzi; mancano gli ultimi laboratori scientifici quindi, venerdì, si chiuderà anche “Librincontro, scienze per l’ambiente”.

Un primo bilancio “a caldo”: non poteva andare meglio; tutto si è svolto con fluidità, senza intoppi; ha funzionato il servizio pulmini, che ha consentito ai bambini dei plessi periferici dei due Circoli Didattici di partecipare, hanno funzionato i laboratori programmati e messi in atto dai numerosissimi insegnanti che hanno aderito alla manifestazione, ha funzionato la comunicazione fra i vari soggetti che, a diverso titolo, hanno dato vita alle varie iniziative.

Dai 5 ai 13 anni, gli alunni delle scuole dell’infanzia, della scuola primaria e media di Frascati, sono stati protagonisti splendidi di giornate indimenticabili, TUTTE, in cui hanno interagito con i loro autori, sicuri e spontanei nelle varie “esibizioni”, forti del retroterra fornito da una lunga, paziente e sapiente preparazione da parte dei loro insegnanti.

La scuola è viva, malgrado tutto; bisogna però fornire le occasioni per  rendere visibili le professionalità che vi operano, per riaccendere quel motore innovativo che, in questi ultimi anni, leggi e decreti sconsiderati cercano di mortificare.

Un motivo importante di orgoglio è, per noi, l’aver messo insieme tantissime Agenzie culturali (territoriali e non), come Frascati Scienza, Areanova, Frascatimusica, Officina delle Arti, Associazione Tuscolana Astronomi, ANPI, l’ENEA, l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, l’Associazione meteo Bernacca, il Museo Tuscolano, la Comunità montana, l’Associazione Librincontro, che hanno messo a disposizione dei bambini materiali e professionalità di altissimo profilo, GRATUITAMENTE.

E’ opportuno ricordare gli organizzatori di tutta la manifestazione: Comune di Frascati, Sindaco in testa, la Casa Editrice Anicia, la Biblioteca per ragazzi “Casa di Pia”, la Direzione Didattica Statale 231° Circolo e, soprattutto, il responsabile scientifico dell’iniziativa, Prof.Giovanni Moretti, Docente di Didattica della lettura presso l’Università Roma3, nonché Direttore Editoriale delle Collane Anicia ragazzi.

Dunque, arrivederci alla sesta edizione: la macchina organizzativa sarà in moto già dal mese di giugno e coinvolgerà volentieri il neo Comitato dei Genitori della nostra scuola.

Rosanna Catania

Le tasche delle mamme

Lo scrittore Alessandro Marcigliano ha modi cortesi e calmi, ma mostra il piglio sicuro di chi è avvezzo a parlare di fronte ad una platea ed ha una certa dimestichezza nel presentare al pubblico i proprio libri.

Le sue parole si rivolgono principalmente verso i bambini, seduti sulle prime file dell’auditorium delle Scuderie Aldobrandini. Accanto a lui ci sono: la maestra Maria Luisa Bagatella, che insieme alla maestra Rosanna Catania, sono i referenti della Biblioteca scolastica e che hanno curato e organizzato per la quinta volta la Manifestazione, e Patrizia Sorba, una donna dai modi simpatici e gioviali e dall’accento tipicamente sardo, membro dell’associazione genitori del 141° Circolo Didattico di Roma, che ha appena finito di presentare ai bimbi la mostra di illustrazioni, che è presente al piano inferiore delle Scuderie, per tutta la durata dell’evento.

Marcigliano, autore dei libri per ragazzi come “Il Cavalier Martin della Bisaccia”, “I due cuochi innamorati”, “Rosa, Rosa, Rosa”, “Il Cromolo”, “La casa Rosa”, “Leggende”, è nuovamente gradito ospite della manifestazione, per presentare il suo nuovo libro ”Le tasche delle mamme” edito da Anicia Ragazzi.

L’ autore ci parla prima un po’ di sé, e di come sia nata già da bambino in lui la passione dello scrivere, ma che in realtà si è concretizzata in scrittura per l’infanzia solo dopo la nascita dei suoi due figli, a cui raccontava storie inventate di suo pugno per addormentarli, ma che, colpa la malattia professionale del traduttore istantaneo quale egli è, dimenticava da un giorno all’altro.

Quindi il ricorso alla scrittura come necessità di “fermare” le storie e dar loro una forma più organizzata.

Poi, comincia a parlare del libro. Ma il libro, materialmente non c’è: non è ancora arrivato, lo si aspetta da un momento all’altro, fresco fresco di stampa.

Marcigliano legge da un foglio la trascrizione della filastrocca, ma poi il libro finalmente si palesa e per un attimo lo scrittore torna bambino, toccando e carezzando con gioia e avidità, quel piccolo tesoro appena finito di stampare.

Dalla copertina e da alcune pagine interne, intravediamo i bagliori dei colori e delle forme dell’illustratrice Alessandra Cimatoribus, con cui lo scrittore ha da anni un collaudato sodalizio.

E l’autore trova il modo di raccontarci anche come sia nata questa collaborazione: da una sorta di “folgorazione sulla via di Damasco”: Alessandro, già scrittore di libri per ragazzi e appassionato di letteratura per l’infanzia, trova in libreria un piccolo libro illustrato dalla disegnatrice di Spilimbergo e decide di rintracciarla per sottoporle una sua storia e proporle una collaborazione.

E così, vista la particolarità del cognome e forte della sicurezza di non imbarcarsi in un’impresa troppo ardua, rintraccia la madre tramite l’elenco telefonico e riesce a incontrare e conoscere Alessandra.

Le tasche delle mamme” è un piccolo libro, che testimonia bene l’idillio di questa collaborazione: le illustrazioni di Alessandra Cimatoribus, come in un contrappunto musicale, rinforzano e echeggiano la pienezza di immagini già contenute nei versi di Marcigliano e permettono ai piccoli lettori (anche di età pre-scolare) di ritrovare nei disegni ciò che è scritto, non attraverso un semplice rimando strettamente lineare (parola-disegno), ma tramite quello che si può definire come il principio fondante dell’equivalenza, ovvero l’essere fedeli allo spirito e non alla lettera del testo, per rendere ad esso la giustizia che realmente merita.

La granulosità delle illustrazioni, che tutti noi abbiamo avuto modo di vedere dal vivo negli originali esposti alla mostra e che in parte, ovviamente, si perde (come intelligentemente ha sottolineato un bambino) nella piattezza della stampa, è il risultato della sapiente mescolanza tra gli inconfondibili disegni e i fantasiosi collage e ben si fonde con la ricchezza semantica della scrittura di Marcigliano.

“Le tasche delle mamme” racconta del mondo sotteso e contenuto nei corpi vestiti delle mamme, vere e proprie Deae ex machina di risorse infinite di oggetti curiosi e ridonanti di emozioni, contenuti nelle tasche dei loro cappotti, accappatoi, parannanze, vestiti d’ufficio o da sera.

Le mamme, sembra suggerirci il libro, sono per antonomasia votate a contenere: oggetti, emozioni, ricordi e affetti.

Ma anche a testimoniare la magia soggiacente questo ironico percorso a ritroso nella memoria materna, volto a rintracciare la carica emotiva e affettiva degli oggetti e capace inoltre di inventare nuovi inesplorati orizzonti e cieli limpidi, in cui i bambini possano volare liberamente, da soli, senza timore di perdersi o cadere.

E qui ritorna il tema caro a Marcigliano della necessità di non nascondere o reprimere nei bambini emozioni forti come la paura e la tristezza, che di per sé non sono negative, ma possono anzi rivelarsi un prezioso stimolo per la crescita di ogni bambino.

Come Marcigliano dichiara in alcune interviste estrapolate dai quaderni didattici, sempre editi da Anicia Ragazzi :

La vita, anche quella dei bambini, non è sempre allegra, e non credo che lo si debba nascondere. Bisogna però trovare un modo perché dalla tristezza nasca qualcosa di positivo che ci permetta di affrontarla meglio.” […]

O ancora, specificatamente sulla paura: “Le paure si sconfiggono affrontandole, come ha fatto Agnese nel libro. Io, in particolare, avevo paura del fuoco, che poi ho vinto da grande facendo il pompiere durante il mio servizio militare.”[…]

L’autore, si è poi divertito ad organizzare un simpatico quiz letterario: i bambini, divisi in due squadre, sono stati invitati, tramite alcuni indizi sapientemente scritti in rima, a indovinare di quale fiaba o racconto si trattasse.

E infine, per la gioia di ogni bimbo, una dedica speciale dell’autore sulla propria copia del libro.

Libro che poi, saggiamente, i bimbi hanno ricacciato, svelti e sicuri, nella grandi tasche delle proprie mamme.

L’emozione di una festa

L’inizio della manifestazione era prevista per le ore 16, ma già dalla mezz’ora precedente, una lunga fila di genitori e di bambini si è accalcata sulla ripida scala d’ingresso dell’Auditorium delle Scuderie Aldobrandini, in attesa di poter entrare e accaparrarsi un ambitissimo posto, essendo prevedibile che la sala non riuscisse a contenere tutti i genitori e i familiari dei 140 e più bambini, già precedentemente arrivati direttamente da scuola. E c’era già chi armeggiava per poter conquistare una sedia per la suocera, o chi non sapeva dove sistemare il passeggino con la bambina appena addormentata.

Di certo, dicevano alcuni, è un azzardo indire un’ inaugurazione di lunedì pomeriggio, con il daffare che si ha. C’è chi ha dovuto prendere un permesso dal lavoro, chi si è scapicollato per acchiappare il treno in corsa e arrivare in orario perchè ha “Promesso!” che sarebbe stato presente.  Senza contare che per alcuni era già stata una gran conquista trovare un parcheggio e gli spicci sufficienti per pagare il biglietto fino al tardo pomeriggio.

Ma, in barba a tutto questo e con la sfacciata arroganza tipica dei suoi 5 anni di vita, la manifestazione si è presa una libertà grandiosa. Quella libertà di non essere perfetta, di non seguire sempre pedissequamente ( o almeno così a noi è sembrato)  un copione già scritto; situazione del tutto inaspettata per le nostre coscienze ormai assuefatte dal mezzo televisivo e del tutto incapaci di distinguere il sentimento della noia dalla necessità di confrontarci, a volte, con la qualità della pazienza.

E  forte di quella precarietà d’animo che solo il contatto quotidiano con il mondo dell’infanzia, così ancora gioiosamente imprevedibile agli occhi di noi adulti, può regalare,  ha dimostrato,  con la sfrontata irriverenza tipica dei bambini che non possono che essere se stessi (grazie a Dio!) in qualsiasi situazione essi si trovino, che la passione e l’emozione sono gli strumenti necessari e irrinunciabili per poter parlare ai bambini di libri, di lettura, di musica e di cultura e per poter trasmettere loro il valore dell’imparare, sempre e comunque, a qualsiasi età, ogni giorno della propria vita.

Ed è questo che piace a noi genitori, abbarbicati stretti dentro quella sala: in quella confusione, in quel guazzabuglio di voci, risate, saluti, chiacchere e capricci, abbiamo assaporato la gioia di sentirci parte attiva di un evento, che ci ha coinvolti.

Come genitori, ci sentiamo di dire che ci piace questo modo di condividere un pomeriggio feriale del “non so se faccio in tempo… ma cercherò di esserci”, di fare tardi per la cena, ma col cuore leggero di aver speso bene in termini qualitativi il nostro tempo, di aver contribuito a scrivere in parte la storia emotiva e i ricordi dei nostri figli, insieme a loro, anche nell’ambito della scuola.

Ci piace intravedere una sincera eccitazione e una schietta contentezza nel viso emozionato della nostra Dirigente Scolastica, così come non finiremo mai di ammirare finche campiamo,  lo sguardo limpido e appassionato delle maestre, felici e fiere di esserci almeno quanto i loro alunni. E la festa e l’ innata ironia di quei bambini di seconda che, cappello da cuoco in testa,  consegnano ai fratellini e alle “autorità”, i loro buonissimi biscotti fatti a mano.

Ci stupisce la commossa concitazione del Sindaco e la preziosa e impagabile dignità di quelle docenti che, per presentarsi a noi tutti, per prima cosa si mettono a livello di bambino.

Ci piace quel maestro al pianoforte elettrico e il suo sorriso attento, rivolto come in un abbraccio verso i suoi piccoli coristi. E ci piace enormememente la scelta di quei canti: dolci, spiritosi e finalmente rispettosi del linguaggio e delle differenti emozioni dei bambini. Così come ci commuove profondamente ascoltare in silenzio (ora sì!) le voci di quei cori,  in cui riconoscere nettamente, in mezzo a tanti, quel timbro familiare. O di intravedere l’ eccitazione istintiva nei modi anche di coloro che … sembrano proprio far finta di niente!

Ci emozioniamo nel sentirci circondati dalle pareti tappezzate dai colori e dalle scenografie realizzate dai bambini, che orgogliosamente ci portano per mano spiegandoci e illustrandoci quelle storie inventate da loro a partire dal racconto di una fiaba.

E sicuramente, ci piace la voglia di fare di noi genitori. La nostra voglia di esserci, di scambiarci opinioni e di superare il criticismo fine a se stesso, per condividere qualcosa di concreto e tangibile che fa bene a tutti e arricchisce ognuno.

Ci piace, insomma, poter dire che anche noi siamo stati “presenti” con i nostri figli e con quelle persone a cui serenamente li affidiamo ogni giorno e con cui i nostri bimbi condividono tanta parte delle loro giovani vite.

Ci piace tutto questo. Perchè dimostra, nuovamente, come la scuola sia ancora una volta, appassionatamente, la Scuola di noi tutti.


Una piccola galleria fotografica di alcuni lavori realizzati dai bambini ed esposti nell’auditorium delle Scuderie Aldobrandini, Frascati.
Libertà, Precarietà e Irriverenza
. Quinta edizione della manifestazione culturale dedicata alla lettura e letteratura per l’infanzia.

Libertà, Precarietà e Irriverenza

Mostra e iniziative sulla lettura e letteratura per l’infanzia. Quinta edizione.

Illustrazione di Alessandra Cimatoribus

Libertà, Precarietà e Irriverenza è il titolo della quinta edizione della manifestazione culturale dedicata alla lettura e letteratura per l’infanzia, che si svolgerà a Frascati dal 28 marzo al 4 aprile 2011. L’inaugurazione è fissata per lunedì 28 marzo 2011, ore 16:00, presso l’Auditorium delle Scuderie Aldobrandini di Frascati, in piazza Marconi n. 6.

Libertà, Precarietà e Irriverenza: all’insegna di questi temi si snoderà l’evento culturale nato dalla collaborazione delle Edizioni Anicia Ragazzi, il Comune di Frascati, la Biblioteca Archivio Storico Comunale – sezione Casa di Pia, il 231° e il 230° Circolo Didattico di Frascati e la Scuola secondaria di 1° grado “Tino Buazzelli”. Responsabile scientifico dell’iniziativa è il professor Giovanni Moretti, docente di Didattica della Lettura presso l’Università degli Studi Roma Tre e direttore delle collane per ragazzi delle Edizioni Anicia.

Per una settimana, dal 28 marzo al 4 aprile 2011, la città di Frascati diventerà un enorme laboratorio di interscambio culturale. Quest’anno, infatti, le iniziative si terranno all’Auditorium delle Scuderie di Palazzo Aldobrandini, nelle scuole, e anche nella sala Nanomondo di Villa Sciarra, nella Biblioteca comunale per ragazzi “Casa di Pia” e nel Centro Anziani Padiglione della Pace.

Tra i numerosi appuntamenti lunedì 28 marzo sarà dedicato all’animazione, realizzata da Rai Tre, dei libri: “Rossacivetta”, “I cuochi innamorati”, “Il cerchio di Zero”, “Ho visto una pinna nel mare” e all’illustrazione. Dopo i saluti del Sindaco Stefano Di Tommaso, del professor Giovanni Moretti,  del Dirigente Scolastico Paola Felicetti ed altre autorità presenti, alle 17:00 sarà inaugurata la mostra degli illustratori delle collane Anicia ragazzi: Yana Bukler, Cristiana Cerretti, Alessandra Cimatoribus, George de Canino, Serena Intilia, Giorgia Ponticelli, Eva Rasano, Chiara Sgarbi, Claudia Venturini. A seguire, esibizione dei bambini del Coro Calliope di Villa Sciarra, coordinato dal maestro Giuseppe Sellari.

Martedì 29 marzo nella Sala NanoMondo di Villa Sciarra, inaugurazione della la Mostra Librincontro: scienze per l’ambiente: in esposizione fino all’8 aprile. Una mostra itinerante, realizzata con la collaborazione dell’Associazione dei genitori del 141° Circolo di Roma e con l’Associazione Frascati Scienza, un percorso espositivo sulle scienze, associato a laboratori dove i bambini potranno mettersi in gioco, sperimentare e divertirsi avvicinandosi con leggerezza all’universo scientifico. L’allestimento si arricchirà, nel corso dei giorni, dei modelli, dei pannelli e degli oggetti realizzati dai bambini nei laboratori.

Nel quadro delle iniziative per la celebrazione del 150° dell’Unità d’Italia, mercoledì 30 marzo Lettura condivisa della Costituzione Italiana. Maratona di lettura per tutte le età attraversando i luoghi della città: dalle 9:30, nella sala consiliare di Palazzo Marconi il Sindaco Stefano Di Tommaso darà avvio alla lettura della Costituzione che si concluderà presso il Centro Anziani, alle ore 16:30 con la partecipazione del gruppo musicale Ladri di carrozzelle – Areanova.

Giovedì 31 marzo, alle 10:00, è la volta dei Diari di bambini irriverenti con l’anteprima del libro Papelucho e sua sorella Chi di Marcela Paz, classico della letteratura per l’infanzia cilena che narra le avventure di un irriverente Gian Burrasca del nuovo millennio. A seguire, la proiezione del film di animazione Papelucho e il marziano.
Alle ore 15:00 presso la Biblioteca comunale per ragazzi “Casa di Pia” Chiara Sgarbi presenterà il suo libro “Il fabbricante di uccellini e altri mestieri”. A seguire si inaugura la mostra “Così vicine, così lontane, tate, colf e badanti” a cura del Sistema Bibliotecario Provinciale. I ragazzi avranno la possibilità di confrontarsi con mestieri fantastici e nuovi mestieri ed ascoltare le testimonianze di Alessandro Scotti, giornalista precario; Lyudmyca Boyico, collaboratrice domestica ed ascoltare la lettura di Maria Rosaria Calafati tratta da “Le badanti di mia madre”.

Venerdi 1 aprile alle ore 10.00 presso la sala NanoMondo, presentazione del libro “Il grande libro dell’Universo”, di Guido Risaliti, Edizioni San Paolo.
Alle ore 10:30 presso l’Auditorium delle scuderie Aldobrandini, presentazione del libro “La voce del noce” di Anna Maria Gozzi, illustrato da Giorgia Ponticelli. Dal libro al teatro. Narrazione, teatro d’ombre e musica dal vivo con Fausta Manno e Gianni Silano.

Sabato 2 aprile i bambini potranno incontrare Alessandro Marcigliano che presenterà il suo nuovo libro Le tasche delle mamme, illustrato da Alessandra Cimatoribus e si giocherà con la caccia al tesoro e la visita animata alla mostra Libertà, precarietà, irriverenza a cura di Patrizia Sorba.

La lettura e le parole diventano ponte tra le generazioni Domenica 3 aprile, dalle 11:00, al centro anziani Padiglione della Pace, con il Sindaco assegnerà il Premio alla carriera alla scrittrice per ragazzi Lia Levi e si svolgerà la lettura condivisa, per nonni e nipoti, del libro Il segreto della casa sul cortile. Roma 1943-1944, con l’autrice Lia Levi.

Lunedì 4 aprile ore 10:30 – Biblioteca Ragazzi Casa di Pia I ragazzi delle classi quinte e delle scuole secondarie di primo grado esplorano le strade del bene attraverso la storia di Giovanni Palatucci nel racconto di George de Canino autore del libro Il poliziotto che cercava le stelle, la testimonianza di Renata Orvieto e del Dott. Raffaele Camposano della Polizia di Stato.
Alle 17:00, Sala Polivalente della S.M.S. Tino Buazzelli, Racconti per immagini incontro con genitori, insegnanti, educatori e bibliotecari. Proiezione del film-documentario “L’amore che non scordo”. Storie di comuni maestre (2007), regia di Daniela Ughetta e Manuela Vigorita. Intervengono: Stefano Di Tommaso, Sindaco di Frascati; Marisa Mazzocco, Dirigente scolastico S.M.S. T. Buazzelli; Giovanni Moretti, Università degli Studi Roma Tre; Carmela Covato, Università degli Studi Roma Tre.

Marialuisa Bagatella

Scarica l’opuscolo con il programma dettagliato della manifestazione: LibertaPrecarietaIrriverenzaFrascati2011.pdf

Comunicato stampa: CS-5a-edizione-di-Libertà-precarietà-e-irriverenza.pdf