Statuto Comitato dei Genitori

Statuto del Comitato dei Genitori dell’Istituto Comprensivo di Frascati, via don Bosco

Premessa

Il Comitato dei Genitori è l’organo che consente la partecipazione dei genitori che volontariamente decidono di riunirsi e collaborare con la Scuola al fine di raggiungere obiettivi comuni.

La funzione del Comitato dei Genitori è quella di sostenere l’attività della Scuola, avendo come finalità il pieno benessere di tutti gli alunni e dell’intera comunità scolastica in armonia con i principi stabiliti dalla Costituzione. Il Comitato dei Genitori promuove in tal senso la più ampia e mirata partecipazione dei genitori creando un collegamento tra Scuola e la più vasta comunità sociale civile, tra genitori ed Organi Collegiali attraverso la discussione, il dibattito e l’informazione.

Il Comitato dei Genitori non persegue fini di lucro, ha struttura democratica ed è un organo indipendente da ogni organizzazione partitica, movimento politico, confessione religiosa.

Art. 1 – Costituzione

L’insieme dei genitori o tutori, eletti rappresentanti in ogni classe o sezione, costituisce il Comitato dei Genitori.

Il funzionamento del Comitato dei Genitori è disciplinato dalla legge.

Nella prima assemblea subito dopo l’elezione dei Rappresentanti di Classe/Sezione, il Comitato dei Genitori elegge annualmente il Direttivo, composto da un Presidente, che ne assume la rappresentanza ed il coordinamento, e un Segretario, che ha anche funzione vicaria del Presidente.

Tra i membri del Comitato dei Genitori si procederà all’elezione prima del Presidente e successivamente del Segretario con votazione segreta, per la quale non è ammessa delega.

Il Direttivo avrà carica annuale e comunque resterà in carica fino a nuovo insediamento. Verrà eletto il membro del Comitato dei Genitori che alla prima votazione avrà la maggioranza relativa delle preferenze espresse (a parità di voti ottenuti sarà nominato il genitore più anziano di età).

Il genitore, eventualmente rappresentante di più classi/sezioni, esprime un voto per ogni classe/sezione che rappresenta.

Art. 2 – Organismi – Cariche – Funzioni

a) Funzioni del DIRETTIVO

  • rendere esecutive le decisioni del Comitato dei Genitori coordinando il lavoro dei singoli componenti in compiti specifici;
  • approva e predispone l’ordine del giorno delle assemblee;

I componenti del Direttivo decadono per fine mandato (che si determina con la nomina e l’insediamento del nuovo Presidente e del nuovo Comitato dei Genitori), per decadenza dei prerequisiti necessari alla loro elezione, per dimissioni volontarie o per inadempienze gravi rispetto alle loro funzioni.

In caso di decadenza del Presidente o del Segretario si provvederà a nuova elezione.

b) Funzioni del PRESIDENTE

  • stabilisce l’ordine del giorno, convoca, presiede e coordina le assemblee;
  • tiene rapporti con Enti Esterni e rappresenta il Comitato dei Genitori nelle manifestazioni ufficiali;
  • in caso di impedimento del Segretario, nomina un genitore per la redazione del verbale di un’assemblea.

c) Funzioni del SEGRETARIO

  • in caso di impedimento del Presidente, lo sostituisce in tutte le attribuzioni previste dal presente regolamento;
  • redige e consegna le convocazioni delle assemblee;
  • redige il verbale delle assemblee.

Per ritenersi definitive le deliberazioni delle assemblee non necessitano di altra approvazione e sono rese note a tutti i genitori attraverso la pubblicazione sul sito web e nelle bacheche del Comitato dei Genitori poste all’esterno di ogni plesso dell’Istituto Comprensivo.

Art. 3 – Finalità

Il Comitato dei Genitori è costituto per le seguenti finalità:

  • promuovere la partecipazione dei genitori alla vita scolastica formulando proposte ed esprimendo pareri, nel rispetto reciproco dei ruoli, in merito al Piano dell’Offerta Formativa (P.O.F.) e al Regolamento di Istituto, da sottoporre al Consiglio di Istituto;
  • promuovere la reciproca comunicazione tra i Rappresentati di Classe/Sezione riguardo le esperienze maturate nei Consigli di Classe/Interclasse/Intersezione e l’informazione tra tutti i genitori dell’Istituto;
  • organizzare dibattiti tra i genitori dell’Istituto sui problemi generali degli alunni con specifico riferimento a quelli emersi nei Consigli di Classe/Interclasse/Intersezione;
  • promuovere ed organizzare assemblee generali dei genitori tutte le volte che se ne ravvisi la necessità con le modalità previste dal Regolamento interno dell’Istituto;
  • analizzare problemi di natura logistica attinenti la struttura scolastica, situazioni di disagio comunque legato alla vita scolastica in generale, formulando eventuali richieste o proposte da sottoporre al Consiglio di Istituto;
  • formulare proposte in merito ai progetti ed alle attività che incidono nel rapporto scuola/territorio;
  • promuovere iniziative in merito ad attività complementari ed integrative alle attività didattiche;
  • organizzare autonomamente conferenze, incontri ed iniziative di formazione per e tra i genitori.

Art. 4 – Rapporti con gli Organi di Rappresentanza dei Genitori

Il Comitato dei Genitori intende perseguire due finalità:

  • favorire l’associazione spontanea o organizzata dei genitori per condurre attività specifiche alla vita scolastica dei propri plessi scolastici
  • richiamare ad un senso più esteso di comunità attraverso la collaborazione di tutti i genitori di tutte le scuole per il raggiungimento di obiettivi comuni.

Art. 5 – L’Assemblea del Comitato dei Genitori

L’Assemblea del Comitato dei Genitori rappresenta il momento democratico di confronto e di proposta.

Si tiene preferibilmente presso i locali della scuola, previa autorizzazione con richiesta scritta, con almeno cinque (5) giorni di preavviso, indirizzata al Dirigente Scolastico e contenente l’ordine del giorno. L’avviso, con allegato l’ordine del giorno, verrà pubblicato sul sito web e contemporaneamente affisso alle bacheche riservate ai genitori in ogni plesso scolastico dell’Istituto Comprensivo e diffuso anche tramite comunicazione sul diario.

Le eventuali proposte aggiuntive per l’ordine del giorno vengono accolte, il giorno stesso della riunione, a maggioranza assoluta dei presenti (la metà più uno dei votanti).

In assemblea non si possono trattare casi personali.

L’Assemblea del Comitato dei Genitori viene convocata dal Presidente del Comitato, almeno due volte durante l’anno scolastico, e mediante richiesta scritta al Presidente del Comitato di almeno 5 genitori Rappresentanti di Classi/Sezioni differenti.

L’Assemblea del Comitato dei Genitori si ritiene valida con un numero di presenti, aventi diritto di voto, maggiore o uguale a tre (3), e purché siano state rispettate le norme di convocazione.

Le deliberazioni saranno approvate pubblicamente per alzata di mano a maggioranza relativa.

Ogni seduta dell’assemblea verrà verbalizzata ed il verbale pubblicato sul sito web e affisso nelle bacheche di ogni plesso scolastico dell’Istituto Comprensivo.

In caso di impedimento da parte di un rappresentante a partecipare all’assemblea del Comitato dei Genitori, questi potrà delegare in sua vece, con diritto di voto, un genitore o un tutore di un alunno della classe che rappresenta. Un delegato può ricevere una ed una sola delega.

All’assemblea, se invitato dal Comitato dei Genitori, può partecipare chiunque, con diritto di parola, ma non di voto.

Art. 6 – Assemblea Generale dei Genitori

Qualora il Comitato dei Genitori lo ritenga utile e necessario, potrà convocare l’Assemblea Generale dei Genitori, con le medesime modalità di quelle del Comitato, inserendo all’ordine del giorno temi di sostanziale interesse e importanza generale.

All’Assemblea Generale dei Genitori possono partecipare, con diritto di voto, tutti i genitori dell’Istituto.

Art. 7 – Pubblicazione degli atti

Le convocazioni e i verbali delle assemblee sono resi noti a tutti i genitori tramite affissione nelle bacheche di plesso e con pubblicazione sul sito web del Comitato dei Genitori. Una copia in formato elettronico del verbale viene mandata al Presidente del Consiglio di Istituto. Il Segretario è tenuto a conservare in via cartacea o elettronica copia dei verbali di riunione in un luogo accessibile ai membri del Comitato.

Art. 8 – Costituzione e funzione dei Gruppi di Lavoro

Il Comitato dei Genitori ha il compito di costituire i Gruppi di Lavoro armonizzandone l’attività in funzione delle necessità della comunità scolastica.

I Gruppi di Lavoro rappresentano la parte più progettuale e fattiva del Comitato dei Genitori.

Possono far parte dei Gruppi di Lavoro tutti i genitori o tutori degli alunni regolarmente iscritti.

La partecipazione ai Gruppi di Lavoro può essere diretta, con la partecipazioni a riunioni, contatti o indagini, o indiretta, qualora i genitori mettano a disposizione dei Gruppi di Lavoro le proprie conoscenze, competenze, ed esperienze, offrendo la propria disponibilità ad essere consultati su specifiche materie.

I Gruppi di Lavoro, nell’ambito della delega ricevuta hanno il dovere, attraverso il proprio Referente Interno, di informare l’assemblea del Comitato dei Genitori sull’andamento delle loro attività.

Art. 9 – Modifiche dello Statuto

Il presente Statuto potrà essere modificato ed integrato dall’assemblea del Comitato dei Genitori su proposta del Direttivo o di almeno 5 genitori Rappresentanti di Classi/Sezioni differenti, purché l’argomento sia all’ordine del giorno con specificazione del nuovo testo proposto. Dette modifiche ed integrazioni per essere approvate dovranno riportare il voto favorevole espresso pubblicamente per alzata di mano a maggioranza assoluta dei votanti presenti.

Norme finali

Il presente Statuto viene trasmesso al Collegio Docenti, al Consiglio di Istituto, al Dirigente Scolastico, all’Amministrazione Comunale. Lo Statuto viene esposto nella bacheche riservate ai genitori in ogni plesso scolastico dell’Istituto Comprensivo, pubblicato sul sito web e allegato al Regolamento di Istituto per farne parte integrante e sostanziale.

Per quanto non espressamente stabilito dal presente Statuto si fa riferimento alle norme del Codice Civile.

Discusso ed approvato dall’Assemblea dei Genitori tenutasi in data 15 dicembre 2014.