Calendario Scolastico 2013/2014

CalendarioIl Consiglio di Istituto Frascati, Via Don Bosco, ha deliberato a maggioranza il seguente Calendario Scolastico per l’anno 2013/2014:

  • SCUOLA DELL’INFANZIA
    • inizio 10 settembre 2013 – chiusura 27 giugno 2014
  • SCUOLA PRIMARIA
    • inizio 9 settembre 2013 – chiusura 6 giugno 2014
  • SCUOLA SECONDARIA
    • inizio 9 settembre 2013 – chiusura 6 giugno 2014

Oltre che nei giorni di festività nazionale, le lezioni sono sospese nei seguenti giorni:  

  • 2 novembre 2013 ponte del 1° novembre
  • dal 23 dicembre 2013 al 05 gennaio 2014 vacanze natalizie
  • dal 17 aprile 2014 al 22 aprile 2014 vacanze pasquali
  • 23 e 24 aprile 2014 ponte vacanze pasquali con 25 aprile
  • 26 aprile 2014 ponte del 25 aprile
  • 2 e 3 maggio 2014 ponte del 1° maggio con la festività patronale del 3 maggio

Festa fine anno scolastico

Lo scorso 12 giugno si è svolta la manifestazione di fine anno della Scuola Primaria di Villa Sciarra.

Bambini, insegnanti, genitori ed istituzioni si sono ritrovati per condividere un momento di festa.

Come avviene ogni anno grazie al lavoro delle insegnanti i nostri bambini hanno realizzato dei manufatti artigianali che sono stati venduti nel mercatino della solidarietà durante la festa.

Il ricavato è stato di 3353,00 euro.

La cifra è comprensiva anche delle offerte raccolte a Natale e nella giornata dello sport, nonché al tavolo della merenda, grazie alla disponibilità dei volontari che si sono alternati nella distribuzione e dei genitori finanziatori della stessa.

I fondi verranno donati al progetto storico della nostra scuola, “Adotta un Papà”, per un importo di 2403.00 euro, mentre i restanti 950.00 euro saranno devoluti alla casa famiglia “Raggio di Sole” dove risiedono alcuni alunni della nostra scuola, per volontà del Comitato Genitori e della ONLUS “Tutti Pazzi per la Scuola”, che hanno organizzato la parte ludica della festa.

Gianluca

Comitato Genitori

Commesso Viaggiatore – I guardiani della Torre di Londra

“Commesso Viaggiatore” è una idea della nostra maestra Loredana che ha voluto creare insieme a noi un modo per rappresentare i libri che leggiamo.

 Il nome ricorda quello di un venditore che viaggia tra i libri.

 La cosa bella di questa iniziativa è che impariamo ad esprimerci davanti a un pubblico (la nostra classe) e a collaborare tra di noi.

 CHE FATICA!!! La maestra mica ci aiuta!!!

Lo facciamo da soli riunendoci insieme agli amici, durante la ricreazione oppure a casa.

 

Noi rappresentiamo “I guardiani della Torre di Londra”

 

Il libro parla di tre ragazzi che diventano amici.

I protagonisti sono:

Forrest, il guardiano dei corvi

Ned, l’acchiappa ratti

Maddy, figlia di un ribelle scozzese

Infine:

Tuk, il corvo di Forrest

 

La storia si svolge nella torre del castello di Londra.

Un giorno, nella ordinata e un po’ troppo tranquilla esistenza di Forrest appare Maddy, la giovane figlia di un ribelle scozzese condannata a morte dalla Corona. Per salvarle la vita, Forrest, con l’aiuto dell’amico Ned e dell’inseparabile corvo Tuck, organizza un’evasione rocambolesca dalla fortezza più temuta e sorvegliata d’Inghilterra…

Noi vi presentiamo più in dettaglio i personaggi del libro tramite l’acrostico dei loro nomi.

Sara, Giulia, Jacopo e Marco della IVC

Fortunato chi assisterà alla nostra rappresentazione, per gli altri ci sono alcune foto del nostro lavoro….

Scuolabus a Villa Sciarra e sicurezza: missione impossibile?

Venerdì 1 Giugno 2012 si è riunita l’Assemblea dei Genitori del circolo didattico, per discutere principalmente del problema della sicurezza relativa al transito degli scuolabus sotto al tunnel attraverso il quale si accede nel cortile interno del plesso di Villa Sciarra.
Qui è possibile leggere il resoconto dell’Assemblea.
Tutte le proposte avanzate, quella della cooperativa La Goccia, quella di alcuni genitori e quella del Consiglio del Comitato Genitori, potranno essere discusse, integrate e migliorate nel Forum, nella discussione relativa.
Terminato un periodo di discussione, effettueremo una votazione e la proposta finale sarà portata ad una riunione in Comune, con, speriamo, tutti gli enti interessati.

La mia esperienza del Progetto Comenius

Mercoledi 11 Aprile, nella sala “Nano Mondo” della nostra scuola, alle ore 16.30 c’è stato l’incontro con i bambini tedeschi e i loro genitori per l’avvio del progetto Comenius. Tale iniziativa prevedeva l’ospitalità di 15 bambini e bambine tedeschi di età compresa fra i 10 -12 anni presso famiglie italiane della nostra scuola per un periodo di due giorni e due notti. Di giorno questi ragazzi hanno frequentato le attività didattiche offerte dalla nostra scuola insieme ai loro coetanei italiani presso la classe IV E, e nel pomeriggio i ragazzi tedeschi venivano accolti presso le abitazioni delle famiglie ospitanti. La nostra famiglia ha avuto l’opportunità di accogliere due bambini di 10 anni, Nills e Robert che hanno fatto subito amicizia con i nostri figli Francesco ( 9 anni) che frequenta la IV E e Andrea (11 anni) di I media. La lingua non è stata un ostacolo: il gioco del calcio ha subito favorito un’intesa formidabile e la nostra cagnolina Wendy è stata inserita di diritto nei giochi che via via si sono succeduti all’aria aperta; per fortuna il maltempo ci ha concesso una tregua proprio i due giorni di permanenza dei nostri piccoli ospiti. La sera a tavola l’appetito non è mai mancato e il morale è sempre stato alto con tante risate fra un boccone e l’altro. Sembrava proprio che questi ragazzini si conoscessero da sempre. L’esperienza è pienamente riuscita: c’è stato un vero scambio di vita fra i nostri figli con questi bambini del Nord Europa: ci hanno raccontato come vivono, cosa fanno come sport, dove vanno in vacanza e come si spostano nelle loro città. Uno dei bambini va a scuola in bicicletta. Insomma abbiamo potuto sperimentare un momento di fratellanza fra bambini di diverse lingue e culture, ma i veri maestri sono stati loro.

Roberto Paoloni

Ebbene si! Quest’anno faccio parte della Commissione Mensa!

Sono entrata a far parte di questo gruppo di 5 genitori del nostro circolo didattico che hanno il compito di controllare la qualità della refezione scolastica dei nostri bambini.

Gianluca Mariotti e Lorena Margnelli mi hanno coinvolto in questa nuova avventura e devo subito ringraziarli per la grande opportunità: ormai loro sono dei veterani della commissione e ciò si evince sin da subito dai rapporti schietti e cordiali che hanno sia con l’ufficio comunale preposto che, soprattutto, con il personale che gestisce le mense dei vari plessi.

Li ringrazio perchè, da appassionata di cucina naturale e biologica (a detta di mio marito anche un bel po’ bacchettona!)  mi permettono di capire meglio cosa mangiano i nostri bambini e qual’è la qualità delle materie prime e degli approvvigionamenti.

Così mercoledì scorso, insieme a Dominga D’Ambrosio, un’altra neofita della Commissione, che quest’anno comprende anche un’altra mamma, Marta Covi, siamo state introdotte da Gianluca al nuovo compito che la commissione prevede.
Perciò, senza preavviso, ci siamo recati alla scuola dell’infanzia Villa Muti durante l’orario del pasto e, successivamente al primo turno della mensa della primaria di Villa Sciarra.

La mattina, dopo l’entrata dei bambini, avevamo già effettuato un sopralluogo a Villa Sciarra e conosciuto la responsabile della mensa, la signora Letizia, che, con i suoi modi affabili e risoluti, ci aveva presentato il personale al momento presente, il cuoco (a cui non abbiamo mancato di portare i complimenti da parte dei nostri bambini per le sue famose lasagne che, a quanto pare battono in gusto quelle casalinghe) e ci aveva mostrato, in un ambiente perfettamente ordinato e pulito,  le attrezzature e i prodotti pronti per il consumo quotidiano e settimanale.

Avevamo anche visionato al piano inferiore i frigoriferi e i congelatori e verificato le date di scadenza e preso nota di molte etichette di confezionamento che risultavano tutte perfettamente in regola.

Inoltre, Gianluca mi ha fatto pervenire alcune tabelle di capitolato dei prodotti alimentari forniti dalle ditte alla scuola e sono rimasta piacevolmente colpita dall’elevatissimo numero di prodotti biologici forniti alla scuola (dal pane alla carne, al pesce, alla pasta, alla frutta e verdura, alla maggior parte dei latticini, all’olio e all’aceto, alle uova pastorizzate e così via).

Soprattutto mi ha colpito il fatto che nella maggior parte dei casi la richiesta di capitolato per cibi di qualità convenzionale, sia stata superata nelle offerte durante le gare d’ appalto, da forniture invece biologiche. Va a finire che i miei figli mangiano più sano a mensa che a casa!

Un altro dato importante che ho rivelato è che la cucina di Villa Sciarra, che abbiamo visto all’opera sia durante le preparazioni che durante i pasti, serve le mense di tutto il Comune di Frascati, ovvero le scuole sia del 1° che del 2° circolo.

Quindi ben 8 plessi scolastici (Villa Muti, Villa Sciarra, Vanvitelli, Dandini, Villa Innocenti, A. M. Lupacchino, Cocciano, e Cisternole) cioè un enorme numero di pasti al giorno, che sono spesso divisi in doppi turni e che sono dislocati in diverse zone comunali e a diversi orari.
Dunque un bell’impegno!

Io che entro nel panico se ho più di 8 persone a pranzo, sono rimasta stupita, nonostante il grande traffico di pentole e vassoi, dall’estrema calma e tranquillità che regnava in cucina. Davvero ammirevole.

Durante il pasto delle tre classi di infanzia di Villa Muti abbiamo avuto modo di assaggiare una minestra di pasta e patate che ho trovato davvero buona, anche a detta dell’elevato numero di piatti vuoti e richieste di seconde porzioni che ho potuto personalmente constatare sia a Villa Muti che a Villa Sciarra. Non male per una minestra, non credete?

Nel plesso di Villa Muti, il pasto è caratterizzato da una rassicurante atmosfera casalinga e viene servito direttamente nelle classi di appartenenza dalla dolce e sorridente Simona, addetta alla mensa, e coadiuvato a buon bisogno dalle maestre che si prodigano senza indugio ad aiutare i più piccoli.

A Villa Sciarra si respira un’atmosfera sicuramente diversa, perchè i bambini sono molti di di più, tanto da essere  divisi in due turni (prime e seconde ore 12.30 e terze, quarte e quinte all’1 e 30), ma nonostante questo, tutto ci è sembrato scorrere senza alcun intoppo.

Abbiamo assistito alla preparazione delle tavolate, rigorosamente divise per classi, con tovagliato, bicchieri, tovaglioli, posate e piatti monouso. Questi ultimi sono riempiti direttamente al tavolo dal personale addetto, a meno dei bambini con particolari restrizioni alimentari che trovano invece al loro posto un piatto confezionato e sigillato precedentemente in cucina e su cui viene apposto il nominativo dell’alunno.

Il prosciutto cotto servito per secondo quel giorno, è quello di una famosa marca di grande distribuzione e che probabilmente a molti di noi è capitato di assaggiare, mentre un piccolo appunto può essere fatto sul gradimento generale delle carote crude che, seppur sopravanzasse di molto la quantità minima per cui segnalare un basso gradimento, a mio parere non è stato particolarmente apprezzato da molti.

Bisogna però anche aggiungere per onestà intellettuale, che il consumo di verdura cruda da parte dei bambini è sicuramente un argomento caldo per molte famiglie (almeno nella mia!) e a dire la verità nella nostra esperienza familiare, i miei figli mangiano più verdura cruda a scuola che a casa.
Anzi, a pensarci bene…chissà che il cuoco non mi possa dare qualche dritta?

Per quanto riguarda le quantità e le temperature dei cibi caldi serviti, nulla da eccepire, anche perchè a detta di Gianluca sono in linea con gli standard dietetici della Asl.

Inoltre un’altra considerazione prettamente “da mamma“: tutti i bambini mi sono sembrati sereni e tranquilli, e nonostante l’atmosfera comprensibilmente vivace che regnava nella mensa, ognuno di loro pareva mangiare con i propri tempi e nel rispetto di quello degli altri.
Alcune maestre inoltre si sono attardate con alcuni alunni un po’ più lenti e hanno loro permesso di finire il pasto regolarmente.

Per concludere, quindi, direi che il primo contatto diretto con la refezione scolastica è stato per mio conto, notevolmente positivo.
Direi che anzi ha sopravanzato le mie personali aspettative da “bacchettona” e mi ha sicuramente tranquillizzato!

L’affabilità del personale inoltre, mi fa ben sperare che, qualora in futuro si verificassero dei disguidi o volessimo apportare dei suggerimenti, ci possa essere un ampio margine propositivo e di dialogo.

Ora aspetto che la Commissione sia convocata al Comune per la prima riunione mensile, su cui vi aggiorneremo sicuramente.

Nel frattempo….buon appetito bambini!!!

Un concorso per la Cattedrale di Frascati



Lavori realizzati per il concorso dai bambini della Scuola dell’Infanzia di Villa Muti e Scuola Primaria di Villa Sciarra.


(Castellinews – Frascati – Attualità) – In occasione del quarto centenario della Cattedrale di Frascati, la Diocesi Tuscolana ha indetto tra le scuole pubbliche e private, dalle materne alle superiori, del territorio della Diocesi stessa, un concorso basato su un progetto di ricerca che ha inteso costituire un’occasione speciale di sapere e di saper fare. Di sapere: attraverso la considerazione sia del significato dottrinale, liturgico, caritativo, pastorale della Cattedrale in quanto tale, sia del significato, ruolo, importanza della Cattedrale di Frascati nel quadro culturale più vasto, in cui la Cattedrale stessa si colloca per le sue origini storiche e per la sua valenza artistica costituendo uno dei luoghi simbolo del territorio. Di saper fare: attraverso laboratori, nelle aree storico letteraria, grafico-artistica-fotografica, musicale e multimediale. Le scuole di tutti i Comuni del territorio diocesano hanno risposto con una ampia partecipazione, quasi totale, nell’ambito della scuola dell’obbligo.

Sarà aperta una mostra dei lavori presentati dalle scuole nei locali del
centro giovanile San Rocco a Frascati, nei giorni dall’11 al 15 maggio con il seguente orario:
da mercoledì 11 a venerdì 13 con orario 16:00 – 18: 30
e sabato 14 e domenica 15 con orario 10:00-12:00 e 16:00-18:30.

Sono stati messi in palio 16 premi, costituiti ciascuno da un videoproiettore, che saranno assegnati alle scuole, che avranno presentato i migliori lavori dei quattro ordini di scuole (materna, primaria, secondaria di I grado, secondaria di II grado) e nelle quattro aree di laboratorio proposte.

Fonte: Castellinews

Ulteriori informazioni sull’evento:
“Un concorso per la Cattedrale di Frascati – fino al 15 maggio

“Londra…Un Sogno?”

Prefazione. Alcuni alunni delle classi quinte di Villa Sciarra, accompagnati dalle maestre e dalla nostra Dirigente Scolastica, sono stati ospitati per una settimana all’inizio di Aprile, presso la Bisham School di Windsor & Maidenhaed, cittadina inglese situata a pochi chilometri da Londra e gemellata con Frascati. Le due scuole hanno già avuto modo di conoscersi ed avviare un proficuo scambio culturale e linguistico, già a partire dallo scorso anno, quando diciassette ragazzi della Bisham School, hanno visitato il nostro territorio e conosciuto più da vicino le tradizioni e le peculiarità della cittadina tuscolana. E’ allora con enorme piacere che pubblichiamo alcune impressioni “a caldo” della visita dei nostri ragazzi nella scuola inglese. Ma ciò che ci inorgoglisce maggiormente e che troviamo enormemente stimolante,  è che quest’articolo, con  freschezza e entusiasmo travolgenti,  è stato redatto proprio da una delle piccole-grandi partecipanti, Arianna Nemez! Godiamocelo tutto! 🙂

* * *

“LONDRA…UN SOGNO?”
di Arianna Nemez, 5ª B, Villa Sciarra

Il 4 aprile 2011, noi ragazzi delle classi 5ª A e B siamo partiti per un’emozionante avventura:

UNA SETTIMANA A LONDRAAAAAAAAAAAA!!!!!!!!!!!!

All’inizio sembrava un sogno trovarsi in un aereo diretto a Londra…

Ma quando abbiamo sentito l’aereo decollare, e dopo una serie di pizzicotti sul braccio, senza ritrovarsi nel proprio letto, abbiamo capito che stavamo veramente andando a Londra.

Le esperienze vissute in quel posto sono state tante, come quella di trovarsi in cima alla ruota panoramica, o di parlare 24 ore su 24 in Inglese, cosi tanto da dire ancora adesso: “Sorry” o ”How much is it ?” e dopo ai genitori: “Ma costa solo 3 £!” al posto di tre euro!

Ma è stato importante anche il confronto tra l’Inghilterra e l’Italia. E tra le  due scuole  Bisham e Villa Sciarra.

Come il fatto di poter ritrovare uno zainetto in un Lunapark strapieno di gente, dopo una mezz’ora, nello stesso posto dove lo si era dimenticato… se fosse successo in Italia, in meno di 30 secondi non lo trovavi più!

Mentre per quanto riguarda il cibo beh… in questo caso …w l’Italia! Si può dire che hanno provato a fare la lasagna ma non era il massimo…  e poi quei panini con carne tritata piccante e verdure tritate come pranzo… certo non erano tanto adatti a noi che siamo abituati a prosciutto e salame !

Le scuole : ne vogliamo parlare ?!?

Lì un bel parco con giochi fatti da loro, una scuola bellissima anche dall’ esterno e non come la nostra che è tutta scritta sui muri, con un po’ di ghiaia, tre alberi e il parco è finito ! E’ vero che noi il parco ce l’abbiamo ma non ci portano praticamente mai ! Molti bambini di Villa Sciarra  hanno detto, alla vista della loro scuola : ”La nostra scuola in confronto sembra un centro anziani!!”

QUINDI ADESSO POSSIAMO SOLO DIRE :

GRAZIE  MAESTRE PER QUELLO CHE AVETE FATTO PER NOI E PER  AVERCI PORTATO IN QUESTO POSTO FANTASTICO!!!!!!!!!!!

Seminario “La Musica Educativa”

Come preannunciato in un precedente articolo, vi segnaliamo che il Maestro Giuseppe Sellari condurrà un seminario dal titolo “La Musica Educativa” sulla ricerca dello sviluppo dell’empatia e la prevenzione dei disturbi della voce in ambito prescolare.

L’iniziativa è rivolta a tutte le maestre e i genitori sia del Circolo didattico Frascati II (infanzia e primaria), sia dell’Istituto comprensivo “Don Milani” di Monte Porzio Catone, e si terrà il prossimo venerdi 13 maggio 2011 alle ore 17, presso le Scuderie Aldobrandini, Frascati.

Crediamo che sia un ottimo stimolo per noi tutti e un’occasione per conoscere meglio da vicino il metodo didattico che il Maestro e studioso Giuseppe Sellari  sta applicando durante gli incontri settimanali con i nostri figli.

Tale ricerca è stata condotta lo scorso anno presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Roma “Tor Vergata” e la Facultad de Ciencias de la Educacion dell’Università di Granada in collaborazione con la scuola dell’infanzia Villa Sciarra di Frascati e la scuola dell’infanzia “La trottola” di Monte Porzio Catone.

Programma:

  • 17:00 – Saluti
    • Paola Felicetti. Dirigente Scolastico. Circolo Didattico Frascati II
  • 17:15 – Relazione e Comunicazione in età prescolare
    • Giuseppe Sellari. Musicista, musicologo, pedagogista. Università degli Studi di Roma II “Tor Vergata”.

Missione possibile: salviamo il mondo!

L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia promuove un concorso aperto a tutti gli alunni della scuola primaria, per la realizzazione del Calendario Scolastico INGV 2012. Gli alunni potranno partecipare producendo un disegno ispirato al tema dal titolo:

MISSIONE POSSIBILE: SALVIAMO IL MONDO!

Il tema del calendario prende spunto dalla 41° Giornata Mondiale Della Terra 2011. Inoltre, il 2012 sarà anche l’Anno Internazionale dell’Energia Sostenibile per tutti, per promuovere la ricerca e lo sviluppo di nuove tecnologie verdi.

La scelta del tema ha come obiettivo quello di stimolare nelle scuole discussioni e riflessioni sulle possibili conseguenze della continua noncuranza dell’uomo verso il problema ambientale e rendere consapevoli le generazioni più giovani delle realtà che riguardano il futuro della Terra.

Il nostro Pianeta ci fornisce tutte quelle risorse che hanno permesso alla vita di prosperare. Molte di queste risorse dipendono da delicati equilibri e non sono illimitate. Consumiamo più risorse di quante la terra sia in grado di generare. La quasi totalità dell’energia e delle materie prime che utilizziamo per produrre o costruire quello che ci circonda e ci serve, ci viene dalla Terra. Una Terra che ci nutre, ci scalda e ci offre bellezza. Molte di queste risorse dipendono da delicati equilibri e non sono illimitate. Noi ne consumiamo più di quante il nostro pianeta sia in grado di generare.

L’umanità è di fronte ad un banco di prova per ridare significato alla vita sulla Terra e rafforzare la solidarietà, il rispetto e la giustizia. E’ il momento di cambiare e cercare di ristabilire l’equilibrio con la Madre Terra. Solo così potremo progressivamente arrestare il deterioramento ambientale del nostro pianeta.

NON ABBIAMO UN ALTRO PIANETA. L’AMBIENTE E’ LA SFIDA DEL NOSTRO TEMPO.

Gli alunni possono partecipare al concorso con la Scuola o privatamente. Il termine per la consegna dei disegni è fissato per l’8 ottobre 2011.

Contatti:
Tel.: 06 51 86 02 77
Fax: 06 51 86 07 05
infoscuole@ingv.it

Fonte:
http://portale.ingv.it/portale_ingv/servizi-e-risorse/divulgazione-scientifica/concorso-calendario-2012/
Scarica la Locandina del Concorso – formato .pdf
Scarica la Scheda informativa del Concorso – formato .pdf