Signori si cambia!

Il Comitato dei Genitori cambia faccia.comitatogenitori
Nell’Assemblea Generale dei Genitori di Lunedì 16 Dicembre 2014 è stato approvato all’unanimità il nuovo Statuto che sancisce la nuova forma del Comitato, che sarà formato da tutti i rappresentanti dei genitori eletti nei consigli di classe/sezione.
Il Comitato quindi sarà automaticamente formato ogni anno nel momento delle elezioni dei rappresentanti di classe.
Successivamente nell’assemblea dei rappresentanti di classe del 19 gennaio 2015 è stato eletto come nuovo presidente Filippo Foti, rappresentante della classe primaria 5C del plesso di Villa Sciarra e Alessandra Mercuri, rappresentante della materna sezione G di Vanvitelli, come segretario.

Buon lavoro al nuovo presidente, al nuovo segretario e a tutti i rappresentanti di classe!

Sperimentazione nuova viabilità parco di Villa Sciarra

Ieri martedì 8 ottobre 2013, il Comune ha invitato i rappresentanti del Comitato dei Genitori, la dirigente scolastica e la direttrice dei servizi generali amministrativi dell’Istituto Comprensivo di Frascati (Via Don Bosco), per illustrare un nuovo piano di gestione della viabilità e dei parcheggi all’interno del parco di Villa Sciarra.

All’incontro erano presenti per il comune di Frascati, il sindaco Stefano Di Tommaso, l’assessora Armanda Tavani, il consigliere comunale Franco D’Uffizi, la dirigente del III settore Maria Grazia Toppi, per la scuola la D.S. Paola Felicetti e la D.S.G.A. Giovanna M. Ruberto, per il comitato dei genitori, il presidente Luca Giarratana, Filippo Foti, Gianluca Mariotti e Matteo Quintiliani.

Il consigliere D’Uffizi ha illustrato i nuovi criteri che verranno applicati in via sperimentale a partire dal prossimo lunedì 21 ottobre 2013 per un periodo di qualche settimana, al termine del quale si valuteranno i benefici prospettati, anche in funzione di possibili ricadute positive sulla viabilità circostante su Via Don Bosco e Via Fontana  Vecchia, e le eventuali nuove criticità che potranno venire a crearsi.

In attesa di comunicazioni ufficiali, anticipiamo qui di seguito i punti salienti della nuova regolamentazione sperimentale al fine di rendere partecipi tutti prima della loro attuazione.

Viabilità

  • Il sottopassaggio (il “tunnel”) che permette l’accesso al giardino brecciato di Villa Sciarra sarà esclusivamente pedonale.
  • Gli scuolabus transiteranno, tramite un opportuno percorso circolare, nel piazzale antistante il cancello del sottopassaggio.
  • I bambini che usufruiscono del servizio di scuolabus saranno accompagnati dal personale assistente dal sottopassaggio fino all’entrata della scuola. Viene raccomandato a tutti di dare precedenza e facilitare il passaggio dei bambini dello scuolabus e di non sostare a lungo nel sottopassaggio.
  • A tutti gli altri pedoni, dopo essere entrati dal primo cancello d’accesso al piazzale superiore, verrà richiesto di raggiungere il sottopassaggio tenendosi sulla sinistra del piazzale, così da non incrociare gli scuolabus in manovra.
  • Potranno accedere al piazzale superiore solo i veicoli, oltre che con opportuno permesso comunale, con all’interno bambini o accompagnatori con difficoltà di deambulazione.

Parcheggi

  • I parcheggi dopo la curva dell’aula Nanomondo saranno destinati ai veicoli del personale che lavora nei plessi di Villa Sciarra (Infanzia, Primaria e Secondaria di secondo grado), identificati da un opportuno contrassegno.
  • Il parcheggio adiacente la segreteria sarà accessibile a tutti. Attenzione: chiusura prevista ore 17:00.
  • Nel piazzale superiore saranno disponibili 4 posteggi con contrassegno invalidi.

Come comitato dei genitori ci siamo resi disponibili a cooperare, innanzitutto sperando che tale sperimentazione riesca effettivamente ad offrire un maggior benessere diffuso, ma soprattutto rimanga finalmente da esempio di come le risoluzioni dei problemi dovrebbero essere affrontate, ovvero attraverso il confronto e la collaborazione delle parti.

Per concludere, i rappresentanti del comitato dei genitori saranno i portavoce ufficiali di eventuali suggerimenti migliorativi o critiche funeste. Rimaniamo quindi in attesa di vostri commenti in quest’articolo oppure all’indirizzo e-mail ccg@scuolattivamente.org .

Forse si può

Sindaco e Dirigente ScolasticoForse si può cambiare il mondo
cominciando dalle piccole cose,
Forse si può dimostrare a noi stessi
di poter essere delle persone migliori,
Forse si può arrivare molto lontano
fidandoci gli uni degli altri.

Forse si può;
e allora pensiamo tutti all’inaugurazione delle aule informatiche avvenuta ieri alla Primaria di Villa Sciarra e Vanvitelli, come una piccola tangibile prova di cambiamento.

Forse si può;
e allora impariamo tutti a contribuire da oggi con idee e proposte a valorizzare ciò che abbiamo, piuttosto che rimpiangere ciò che ancora manca.

Forse si può;
non dimenticando mai che la SCUOLA siamo noi in tutte le sue componenti strutturali ed umane.

L’inaugurazione di due aule informatiche fortemente volute da tempo è quindi qualcosa di speciale.

Forse possiamo pensarla così.

Iscrizioni on line 2013 / 2014

Abbiamo raccolto qui di seguito le informazioni e i riferimenti relativi alle iscrizioni scolastiche per l’anno scolastico 2013 / 2014. Le iscrizioni al primo anno della scuola elementare, media o superiore potranno essere presentate solo on line su www.iscrizioni.istruzione.it dal 21 gennaio al 28 febbraio 2013.

Come fare in sintesi

Dal 21 gennaio p.v., sono aperte le iscrizioni alle scuole di ogni ordine e grado per l’Anno scolastico 2013-2014 con importanti novità. Le iscrizioni, infatti, come da circolare n. 96/2012 del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, saranno online.

Ecco tutti i dettagli:

  • Date: le iscrizioni sono aperte dal 21 gennaio al 28 febbraio 2013
  • Modalità: la procedura deve essere espletata interamente online, nella sezione “Iscrizioni online” presente sul sito del Ministero (www.istruzione.it) previa registrazione della famiglia o direttamente al sito www.iscrizioni.istruzione.it.

Sarà cura del sistema “Iscrizioni on line” avvisare con una mail le famiglie circa l’avvenuta registrazione e inviare anche un codice di accesso per seguire in ogni momento l’iter della domanda.

IMPORTANTE: l’iscrizione online è obbligatoria per tutte le classi iniziali di corso ad esclusione della scuola dell’infanzia, delle scuole delle Province di Aosta, Trento e Bolzano, nonché di quelle in lingua slovena.

Il modulo finale compilato e inoltrato dalla famiglia, o dalla scuola per conto della famiglia, è indirizzato dal sistema direttamente alla scuola di destinazione. In seguito, il sistema comunicherà alle famiglie l’accettazione o il reinoltro della domanda ad altro istituto da loro indicato come preferito in subordine, fino a completamento della procedura di iscrizione.

Fonte: http://www.adiconsum.it/aree_tematiche/scuola/index.php?id=379&arg=46

Cerca la tua Scuola

Circolari e aggiornamenti dal MIUR

Rassegna stampa

 

L’importante è partecipare

E’ nato l’Istituto Comprensivo del II Circolo Didattico di Frascati!

Questo ha portato una ventata di novità che ci coinvolge tutti, dalla dirigente al suo staff amministrativo, dal corpo insegnante ai collaboratori scolastici, dagli alunni ai genitori.

Sì, i genitori che:

  • sono stati chiamati, come ogni anno, ad eleggere i rappresentanti di classe, risorsa importantissima per mantenere i rapporti tra insegnati e genitori; nella mia esperienza di genitore di Villa Sciarra posso dire di aver sempre respirato un’aria bellissima tra il corpo insegnante, gli alunni e i genitori. Atmosfera allegra, creativa, costruttiva, formativa e stimolante; atmosfera, a volte, minata da piccoli e grandi offuscamenti, sapientemente gestiti da tutta la comunità;

  • sono ora chiamati, il 18 e 19 novembre, ad eleggere i nuovi rappresentanti al Consiglio d’Istituto, organo importante in quanto sede di scelte formative ed organizzative del II c.d., che ora includerà anche le medie, realtà complessa, ma stimolante.

Sì, i genitori che:

  • sono, di diritto, parte del Comitato dei genitori, come da statuto; Comitato che ha come scopo principale quello di migliorare la comunicazione tra le Istituzioni, in particolare tra la Dirigenza, l’Amministrazione locale e i genitori; inoltre il Comitato si fa portavoce di piccoli e grandi problemi della comunità scolastica, problemi soprattutto di tipo strutturale e organizzativo; il Comitato, inoltre, partecipa attivamente con il corpo insegnante all’allestimento delle iniziative promosse dalla scuola stessa.

Il Comitato è formato da tutti noi e tutti noi saremo chiamati ad eleggerne il Consiglio.

Le votazioni si svolgeranno contestualmente alle elezioni dei rappresentanti al Consiglio d’Istituto.

Come già detto, il Comitato è formato da tutti noi e stabilisce un dialogo tra tutti i genitori attraverso la mailing list del sito scuolattivamente.org.

Vi invito ad iscrivervi alla mailing list per PARTECIPARE in maniera critica, propositiva, costruttiva, e fattiva alla risoluzione dei vari temi posti dai genitori stessi.

Partecipare alla vita democratica della scuola è una RISORSA importante per il futuro della nostra Comunità.

Una bella sorpresa

Parliamo ogni giorno di cosa non va nella scuola, dei tagli a risorse umane e a strumenti di crescita educativa che mettono in pericolo il diritto allo studio dei nostri figli.

Vorrei parlarvi, invece, di come l’Istituto Comprensivo di Frascati sia oramai una bella realtà!

Ci eravamo lasciati a giugno con dubbi e paure per il destino dell’Istituto Tino Buazzelli, plesso Via d’Azeglio, con una migrazione di docenti verso altri Istituti, con la possibilità di perdere la sezione musicale, con l’impressione che il nostro Istituto fosse condannato a diventare una scuola di “seconda categoria”.

A settembre sono iniziate regolarmente le lezioni ed abbiamo trovato un corpo docente al completo, la sezione musicale ancora attiva, un Piano dell’Offerta Formativa (POF) arricchito con nuovi progetti come il coro, il laboratorio artistico, il potenziamento delle lingue comunitarie con l’introduzione del tedesco, nuovi sport all’interno del Centro Sportivo.

Dimostrando passione, competenza e professionalità, i pochi insegnanti “storici” del plesso, insieme al nuovo dirigente scolastico, hanno di fatto “ricostruito” l’organizzazione scolastica lavorando duramente, rimettendosi in gioco hanno dato fondo a tutta la loro esperienza, trainando i nuovi docenti nominati e formando con loro un team efficiente e produttivo.

Grazie per questa “bella sorpresa”.

Scuolabus a Villa Sciarra e sicurezza: missione impossibile?

Venerdì 1 Giugno 2012 si è riunita l’Assemblea dei Genitori del circolo didattico, per discutere principalmente del problema della sicurezza relativa al transito degli scuolabus sotto al tunnel attraverso il quale si accede nel cortile interno del plesso di Villa Sciarra.
Qui è possibile leggere il resoconto dell’Assemblea.
Tutte le proposte avanzate, quella della cooperativa La Goccia, quella di alcuni genitori e quella del Consiglio del Comitato Genitori, potranno essere discusse, integrate e migliorate nel Forum, nella discussione relativa.
Terminato un periodo di discussione, effettueremo una votazione e la proposta finale sarà portata ad una riunione in Comune, con, speriamo, tutti gli enti interessati.

I magnifici quattro

“Giochiamo con la caserma dei Vigili del Fuoco?”. Questa è la richiesta ancora frequente di mio figlio di 5 anni da quando, per il suo terzo compleanno, ha ricevuto in regalo questo gioco con tanto di autopompa, scala telescopica, personaggi in miniatura, compreso di sommozzatori!

E’ uno di quei giochi, seppur moderni, in grado di proiettare i bambini nella leggenda, sia perché il ruolo rivestito dai Vigili del Fuoco nella società è quello di tutelare la sicurezza delle persona dalle avversità della natura, sia perché, giustamente, è inutile negare che nell’immaginario collettivo, figuriamoci poi in quello di un bambino, l’attenzione va soprattutto alle gesta eroiche che, a discapito della propria incolumità fisica, i vigili si trovano a compiere durante le loro operazioni di salvataggio.

La capacità di affrontare ed essere in grado di domare una delle paure più intime ed ancestrali dell’uomo come quella del fuoco, e di sfidare le mille ed imprevedibili insidie da esso derivanti, facilita l’accostamento della moderna figura del vigile del fuoco, a distanza quasi di un millennio, al mito del cavaliere. Egli è sempre allerta, notte e giorno, volontario, sfida fiamme, altitudini, “rischi indicibili e traversie innumerevoli“, per proteggere l’ambiente e le persone. Allena il suo fisico costantemente, tiene in ordine e pronto il suo equipaggiamento, la sua armatura, il suo scudo.

Posso quindi solo immaginare l’emozione che mio figlio ha potuto provare nel trovarsi su una reale autopompa dei Vigili del Fuoco o nell’assistere ad una vera esercitazione di controllo delle fiamme. Una gita indimenticabile di cui ancora oggi, a distanza di quasi due mesi, mi racconta nuovi particolari e sensazioni provate. La visita alla caserma dei Vigili del Fuoco di Capannelle a Roma è stata svolta all’interno del progetto didattico dal titolo  “I magnifici quattro“, condotto nel plesso di Villa Muti. Per attirare e canalizzare la naturale curiosità dei bambini, le insegnanti, durante l’intero anno scolastico, si sono avvalse di alcuni accattivanti espedienti narrativi e di suggestive ambientazioni, che si sono poi concluse con il rituale dello “spettacolo di fine anno”.

E’ per me difficile descrivere l’emozione che ieri ho provato come genitore, nel veder rappresentato dai nostri piccoli figli-attori-danzatori, la messa in scena dell’interazione degli elementi fondamentali dell’origine dell’esistenza umana: la terra, l’acqua, l’aria ed il fuoco – i magnifici quattro appunto! Le insegnanti, Maestre con la “M” maiuscola, durante il corso di questi brevi, fondamentali ed intensi anni della vita dei nostri figli, hanno saputo (a mio modesto parere di genitore e che riscontro direttamente da mio figlio) trasmettere ed indurre, per mezzo di drammaturgia e scienza, le conoscenze e le abilità che consentono ai nostri figli di riprodurre ed elaborare direttamente la fisicità dei fenomeni, ma soprattutto, di interiorizzarla, rendendo proprie e personali, le esperienze di osservazione, verifica, scoperta, adattamento e controllo dell’ambiente naturale che li circonda.

Desidero quindi, per il congedo del mio secondogenito dalla scuola dell’infanzia, manifestare ed indirizzare pubblicamente un ringraziamento speciale a tutto il corpo docente, forza trainante per l’educazione e l’istruzione dei nostri figli. Ma è solo un arrivederci, con l’augurio che il mio terzogenito, nonostante le attuali avventate politiche di gestione scolastiche dedite (a mio avviso) esclusivamente al mero risparmio economico, abbia comunque l’opportunità e il privilegio di incontrare la professionalità, la dedizione ed il sorriso di insegnanti soddisfatti e gratificati.

Il pensionamento di un’istituzione.

Purtroppo nella vita, prima o poi, arriva sempre il momento di salutarsi. Ed è sempre dura. Ma quando ad andarsene sono delle pietre miliari, dei riferimenti è ancora più dura. Quando mia nipote mi ha voluto dire quello che sapevo già, ossia che la sua Maestra non le avrebbe accompagnate in quinta, aveva le lacrime agli occhi. E come lei, tutti i suoi compagni, ma anche i loro genitori. La scorsa settimana, ricordavamo con mia sorella, il giorno della presentazione delle maestre all’inizio della prima elementare. Quando la maestra Catania ha parlato, con quel suo fare apparentemente severo, entrambi abbiamo sperato che non fosse la maestra dei nostri figli. Quando poi è toccata a mia nipote, la figlia di mia sorella, ho pensato: povera Maria Chiara. E invece mi sbagliavo. Con gli anni ho imparato ad apprezzare questa bravissima insegnante. Purtroppo l’ho potuta seguire solo da “lontano”, ma ho sempre apprezzato il lavoro che ha fatto con i suoi ragazzi. Si è molto data da fare per la biblioteca scolastica e per una marea di attività culturali e, come Presidente del Consiglio di Circolo, ho potuto apprezzare il Suo lavoro dal punto di vista organizzativo. Con Lei va in pensione una bravissima insegnante e una donna con una sensibilità fuori dal comune. Grazie di tutto Maestra Catania, grazie di tutto Rossana.

Il Presidente del Consiglio di Circolo

Alessandro Di Giulio

Istituto Comprensivo a Frascati, quale futuro?

Salve mi chiamo Nadia e sono la mamma di Alessandro che frequenta la III A a Villa Sciarra e di Arianna che frequenta la prima media alla scuola Tino Buazzelli di Frascati nel plesso di Via D’Azeglio (quello vicino al cinema Politeama).

Volevo sottoporvi una questione che a me sta molto a cuore, ossia la nascita dell’istituto comprensivo che, come saprete, prevede l’unione della scuola materna, elementare e media in un unico istituto; il secondo circolo di Frascati quindi sarà arricchito del plesso di via D’Azeglio.

Vorrei raccontarvi l’esperienza della prima media, perché dopo anni di lotte per ottenere il minimo indispensabile dalla scuola, ne ho piacevolmente scoperta una viva, funzionante e piena di attività extra scolastiche.

I professori, per la mia esperienza, ma anche quella di altri amici, sono molto preparati.

C’è la sezione ad indirizzo musicale, dove gli alunni selezionati tramite un test d’ingresso, studiano uno strumento a scelta fra il flauto traverso, il clarinetto, il pianoforte e la chitarra. Si tratta di una materia curriculare con voto in pagella. A fine anno ci sono i saggi e dalla seconda media si entra a far parte dell’orchestra della scuola.

Nelle ore pomeridiane si organizzano corsi gratuiti di ginnastica artistica, pallavolo, pallacanestro e i ragazzi vengono coinvolti nella preparazione di saggi e tornei (quest’anno, ad esempio, nell’ambito dei giochi studenteschi del Lazio siamo arrivati primi in una disciplina della ginnastica artistica).

Vengono anche svolti dei laboratori extra scolastici, a volte con la richiesta di un piccolo contributo, ad esempio laboratori teatrali, di cortometraggio, di poesia, di potenziamento della lingua straniera, ecc..

Il plesso di Via D’Azeglio è un edificio funzionale con laboratori nuovi e un bell’impianto sportivo, le classi sono molto luminose perché formate da una parete completamente costituita da finestre.

Ho pensato che meraviglia questa scuola ma poi, dopo pochi mesi, ecco che arriva l’istituto comprensivo e tutto si rimette in gioco; come andrà con i professori? Rimarranno o ci saranno dei cambiamenti? E la sezione musicale? Dove sarà collocata nel nostro circolo o in quello di Frascati 1? E tutte queste attività rimarranno?

Ecco perchè ho deciso di scrivere questo pezzo, per coinvolgere l’interesse di tutti, dirigente scolastica, maestre, professori e genitori, affinché questa scuola, che a me è parsa funzionante, rimanga tale! Dobbiamo sperare ed attivarci, se possibile, affinché la musica, lo sport, i laboratori rimangano anche nel futuro dell’istituto comprensivo.

Buona scuola a tutti

Nadia